Lazio-Napoli, i numeri del match

Lazio-Napoli, i numeri del match

di redazionecittaceleste

ROMA – Si apre con una sconfitta casalinga la Serie A TIM 2018/19 per la Prima Squadra della Capitale. Nonostante un buon avvio di gara, nella quale i biancocelesti erano riusciti a portarsi in vantaggio con Ciro Immobile, il Napoli ha rimontato chiudendo il match con una vittoria per 2-1. Gli uomini di Ancelotti hanno predominato nel possesso (55% del totale), ma la formazione di mister Simone Inzaghi ha comunque creato una buona mole di gioco. Complessivamente, infatti, la Lazio ha manovrato ben 16 azioni, riuscendo in 9 occasioni a trovare la conclusione: solo in 5 circostanze, però, i capitolini hanno centrato lo specchio della porta, peraltro sempre dall’interno dell’area avversaria. Offensivamente, i biancocelesti hanno costruito ben 45 iniziative: 24 di queste sono state sviluppate sulla corsia di sinistra, 12 centralmente e le restanti 9 sul binario di destra.

PAROLO MARATONETA

Sotto il punto di vista fisico è stata la Lazio ad aver macinato più chilometri nell’arco della sfida di ieri: se i partenopei hanno percorso 111,186 chilometri, la compagine capitolina è riuscita addirittura a totalizzarne 115,811. Individualmente, i maratoneti della partita sono stati Marco Parolo, Sergej Milinkovic e Luis Alberto: nessun calciatore del Napoli è riuscito a correre quanto i tre giocatori biancocelesti. In particolare, è stato il numero 16 della Lazio ad aver macinato più chilometri in assoluto (12,347).

MVP

Al termine della gara, Ciro Immobile è stato eletto come il Most Valuable Player della partita. Il numero 17 biancoceleste ha giocato ben 25 palloni nel corso del match di ieri sera, riuscendo a costruire 2 occasioni da gol ed a siglare la rete del momentaneo vantaggio capitolino. Sotto il punto di vista fisico, il centravanti italiano ha percorso 11,22 chilometri sul terreno di gioco. Implacabile sotto porta ed impeccabile anche in fase di costruzione: fondamentale per la manovra biancoceleste, Immobile ha garantito ai suoi compagni grande precisione anche nei passaggi portando a buon fine il 92% degli scambi registrati nel corso dei 90 minuti. Per il terzo anno consecutivo, inoltre, il numero 17 biancoceleste ha aperto il computo stagionale delle reti della Lazio: l’attaccante aveva già siglato le prime reti biancocelesti nelle stagioni 2016/17 e 2017/18 rispettivamente contro Atalanta e ChievoVerona. Non finisce qui. Nel corso della sua carriera, Immobile ha sempre chiuso con un bottino di almeno 20 gol le annate sportive che erano state inaugurate da lui stesso. Se nelle prime due stagioni in biancoceleste ha messo a segno 26 e 41 reti, nelle annate 2011/12 e 2013/14 Immobile era riuscito ad aprire le marcature stagionali di Pescara e Torino archiviando entrambe le stagioni con più di 20 marcature all’attivo (28 con gli abruzzesi, 23 con i piemontesi).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy