Lazio-Napoli, sconfitta all’esordio: all’Olimpico termina 1-2

Lazio-Napoli, sconfitta all’esordio: all’Olimpico termina 1-2

Lazio-Napoli, i partenopei vincono 1-2 all’Olimpico contro la squadra di Inzaghi, apparsa stanca in questo esordio.

di redazionecittaceleste

ROMA – Parte male la stagione della Lazio: i biancocelesti vengono sconfitti all’esordio dal Napoli di Ancelotti. Primi 25′ di buon calcio da parte della squadra di Inzaghi, che poi però inizia a calare dal punto di vista fisico e subisce la rimonta. Una partita giocata non da Lazio, una squadra che deve trovare altre energie per affrontare la Juventus a Torino.

Lazio-Napoli: il primo tempo

La Lazio parte bene nei primi minuti, è padrona del campo, Marusic prova più volte l’affondo sulla destra. La difesa tiene a bada l’attacco del Napoli (compito tutt’altro che facile), spicca Acerbi che anticipa un paio di volte l’avversario di turno. Il primo squillo dei patenopei arriva al 19′, con una percussione solitaria di Zielinski che prova il sinistro da fuori ma non trova la porta. Al 23′ bellissimo lancio di Milinkovic per Immobile, che controlla la sfera e la appoggia a Luis Alberto, ma la conclusione dello spagnolo finisce non di poco a lato. E’ solo questione di minuti: ne passano due, Acerbi lancia Immobile che sterza in maniera incredibile e manda al bar tutta la difesa del Napoli, poi batte Karnezis con freddezza. Uno a zero Lazio, con il solito Ciro. Il Napoli alza la testa e prova a spingere, ma la difesa biancoceleste non si fa mai sorprendere. L’occasione per la squadra di Ancelotti arriva al 35′: Insigne salta Luiz Felipe e riesce ad entrare in area e prova il tiro a giro, ma non inquadra lo specchio della porta. Al 42′, gol (giustamente) annullato agli azzurri per un fallo su Radu poi il Napoli ha un’occasione con Milik ma Strakosha chiude bene lo specchio. Poi, però, gli ospiti riescono a trovare il pareggio grazie al solito taglio di Callejon dietro la difesa: lo spagnolo appoggia per Milik che insacca senza problemi. E il primo tempo di Lazio-Napoli termina 1-1.

La ripresa

Luiz Felipe costretto a uscire per infortunio, al suo posto dentro Bastos. Le squadre hanno voglia di vincere, entrambe ripartono con coraggio, Caceres spinge e in una bella azione con Badelj riesce a trovarsi addirittura dentro l’area, ma non trova il gol. Poi, al 59′, gli ospiti trovano il vantaggio: cross di Hysaj, deviazione di Allan che trova Insigne completamente libero sul centro-destra, l’attaccante napoletano controlla, si sistema e mette dentro comodamente la rete del 2-1. La Lazio non riesce a reagire, sembra indietro dal punto di vista fisico e fatica a ripartire con velocità. Inzaghi prova la carta Correa, ma neanche El Tucu riesce a incidere. La luce di Luis Alberto non brilla, il Napoli gestisce il pallone senza affanno e approfitta di una Lazio che appare stanca e incapace di pressare. Occasionissima Lazio al 90′: Luis Alberto la mette in mezzo da calcio d’angolo, Acerbi svetta su Koulibaly e colpisce il palo da distanza ravvicinata. Non c’è più tempo, Lazio-Napoli termina così: sconfitta all’esordio per i ragazzi di Inzaghi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy