OLIMPICO – Il giovedì nero sugli spalti: 2000 spettatori, appena 100 in Maestrelli

OLIMPICO – Il giovedì nero sugli spalti: 2000 spettatori, appena 100 in Maestrelli

Dimenticavi i cori a squarciagola di una volta, col Verona i giocatori sentiranno solo l’eco delle loro urla

Lazio

ROMA –  Sarà pure quotata in borsa, ma un giovedì nero così alla Lazio non si vedeva da tempo. Buio totale all’Olimpico, stasera potrete quasi contarli a uno a uno quei lumicini sugli spalti. Magari accenderanno pure una speranza per la squadra in campo, ma sembrerà piuttosto una preghiera. Dimenticavi i cori a squarciagola di una volta, col Verona i giocatori sentiranno solo l’eco delle loro urla. Appena duemila spettatori, complice ovviamente la decisione della Corte Sportiva d’Appello, che martedì ha respinto il ricorso biancoceleste per la chiusura dei Distinti Nord Ovest-Est, dopo i buu dello scorso 3 febbraio a Koulibaly. Resteranno chiusi insieme alla Curva – scrive ilMessaggero squalificata anche per il posticipo di lunedì 29 febbraio col Sassuolo, ma è qui il paradosso: la Nord era già in sciopero da mesi, sui seggiolini mancheranno dunque al massimo un centinaio di persone. Che magari, senza abbonamento, traslocheranno pure in Maestrelli: biglietti quasi gratis (10 euro), eppure appena 100 venduti.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy