Precedenti e una Serie A da difendere (senza Dionisi): all’Olimpico arriva il Frosinone di Longo

Precedenti e una Serie A da difendere (senza Dionisi): all’Olimpico arriva il Frosinone di Longo

di redazionecittaceleste

ROMA – Due precedenti e una Serie A da difendere (senza Dionisi): all’Olimpico arriva il Frosinone di Longo Terza giornata di campionato, la Lazio è chiamata a vincere dopo le prime due sconfitte contro Napoli e Juventus. Due big match, al quale segue una partita più “tranquilla”. Almeno sulla carta: all’Olimpico di Roma arriva il neopromosso Frosinone, che quest’anno non è partito molto bene.

FORMA

I ciociari, nelle prime due giornate di campionato, hanno ottenuto un solo punto. Prima è arrivata la sonora batosta dell’Atleti Azzurri d’Italia, con un passivo totale di 4-0 e con un Papu Gomez scatenato (doppietta). Poi, in occasione della sfida casalinga contro il Bologna di Pippo Inzaghi, la squadra allenata da Longo non è andata oltre lo 0-0. Era una sfida salvezza come ce ne saranno tante in questa stagione per il Frosinone, chiamato ad evitare la retrocessione dopo essere tornato di nuovo in Serie A. Il grande assente di questo inizio di stagione è sicuramente Dionisi, uomo-squadra e giocatore decisivo negli ultimi 16 metri. Purtroppo per lui e per il Frosinone, rientrerà non prima di marzo a causa della rottura del crociato. Longo, in attacco, può comunque fare affidamento su elementi validi come Ciano, Perica, Pinamonti e il nuovo arrivato Campbell in attacco, mentre l’altro uomo-squadra Ciofani sarà fuori fino a metà settembre e non prenderà parte alla trasferta di Roma.

PRECEDENTI

Per trovare il primo precedente di Lazio-Frosinone, ovviamente, bisogna tornare indietro di tre anni: l’andata si giocò all’Olimpico e i biancocelesti, allora allenati da Pioli, si imposero per 2-0 grazie alle reti di Keita e Djordjevic, arrivate entrambe nella ripresa. Nel match di ritorno, invece, il Frosinone guidato da Stellone in casa riuscì a resistere agli assalti laziali e strappò lo 0-0. Quelle che si affronteranno all’Olimpico sono squadre molto diverse rispetto a tre anni fa: sono cambiati gli allenatori, sono cambiati gli interpreti in campo. La voglia di vincere, però, è rimasta la stessa: la Lazio continua a puntare alla Champions League, i ciociari vogliono conquistare la salvezza. Nessuna delle due squadre ha ancora vinto in Serie A quest’anno: un motivo in più per vedere, si spera, una bella partita. Con una Lazio che vuole tornare subito protagonista e guadagnare i primi tre punti in campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy