PRIMO TEMPO – Onazi al top, Anderson rabbioso. Che dormita in difesa…

PRIMO TEMPO – Onazi al top, Anderson rabbioso. Che dormita in difesa…

ROMA – Verde e rigogliosa: la Lazio che torna negli spogliatoi dopo la prima frazione di gioco nel match di Coppa Italia disputato contro il Parma, s’è presentata agli occhi dei fedelissimi presenti all’Olimpico, proprio così. Giovane, ribelle e vogliosa. Nulla a che vedere con quanto visto nel Bologna-Lazio più…

ROMA – Verde e rigogliosa: la Lazio che torna negli spogliatoi dopo la prima frazione di gioco nel match di Coppa Italia disputato contro il Parma, s’è presentata agli occhi dei fedelissimi presenti all’Olimpico, proprio così. Giovane, ribelle e vogliosa. Nulla a che vedere con quanto visto nel Bologna-Lazio più sonnolento degli ultimi 160 anni, dove però interpreti e ambientazione erano totalmente diversi. Onazi recupera tutti i palloni possibili, gli altri, fanno il loro e sopratutto, si impegnano. Tutto bello, non fosse per la dormita della difesa biancoceleste sul goal di Biabiany. Ma a qualcuno però, la luna (purtroppo) gira ancor più storta. Anderson: è lui il meno fortunato di questo primo tempo. Le prova tutte, corre, s’accartoccia sulla fascia, batte i pugni a terra e proprizia la rete del momentaneo vantaggio firmato Perea. Mastica delusioni e sente forti le pressioni. Il tempo per cercare fortuna – nel secondo tempo – c’è. Ma la cosa certa è che chi fuori dal campo, esce con la maglia sudata, comunque vada, può star certo di essersi guadagnato “la pagnotta“, anche e sopratutto davanti agli occhi dei propri tifosi.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy