SECONDO TEMPO – Hernanes si riprende la Lazio. Reja e Bollini la bacchettano…

SECONDO TEMPO – Hernanes si riprende la Lazio. Reja e Bollini la bacchettano…

ROMA – C’è voluto il rosso di Onazi per dare una scossa (vera) alla Lazio. Non è bastato per portare a casa i tre punti, per 15-20 minuti, in campo s’è vista una squadra almeno vogliosa, almeno grintosa. Confusa come sempre, per carità, ma quella pazza tentazione di provare a…

ROMA – C’è voluto il rosso di Onazi per dare una scossa (vera) alla Lazio. Non è bastato per portare a casa i tre punti, per 15-20 minuti, in campo s’è vista una squadra almeno vogliosa, almeno grintosa. Confusa come sempre, per carità, ma quella pazza tentazione di provare a giocare a calcio, s’è palesata anche se per poco. Quello pagato oggi, rischiava diessere un (nuovo) conto salatissimo per quel che riguarda i punti persi. Se qualcuno credeva che con la cacciata di Petkovic, tutto sarebbe tornato rose e fiori come l’anno precedente – dove però c’era sempre Vlado – oggi ha avuto l’ennesima conferma di come a questa ipotesi sia destinata a rimanere sempre e solo utopia. Dunque: Di Natale, Candreva, Badu e poi Lazzari. Al momento dell’autogol che ha regalato il pareggio ai biancocelesti, caso particolare sulla panchina della Lazio. C’è qualche giocatore che non ha esultato, riporta il bordocampista di Sky: Reja e Bollini si sono arrabbiati, “insomma, abbiamo pareggiato!“. Edy e Alberto ci credevano, anche se con la propria squadra in 10, anche se con pochio minuti a disposizione. E così, poi, è arrivato lui: il Profeta biancoceleste completa l’opera di salvataggio. Prende la bacchetta e tira fuori il coniglio dal cilindro. Reja riporta alla vittoria una squadra che in trasferta non vinceva da una vita: si respira.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy