Tecnico – squadra – tifosi: RICOMINCIAMO! – VIDEO

Tecnico – squadra – tifosi: RICOMINCIAMO! – VIDEO

– CLICCA QUI PER GUARDARE IL SERVIZIO VIDEO ROMA – “Cosa vuoi che faccia?! Io sarò una roccia! Guai a quello che ti tocca…!”. L’avrà cantato a squarciagola sotto la doccia in quel di Formello, Vlado, il successo di Pappalardo, dedicandolo alla sua panchina, al suo gruppo, ai suoi ragazzi.…

CLICCA QUI PER GUARDARE IL SERVIZIO VIDEO

ROMA – “Cosa vuoi che faccia?! Io sarò una roccia! Guai a quello che ti tocca…!“. L’avrà cantato a squarciagola sotto la doccia in quel di Formello, Vlado, il successo di Pappalardo, dedicandolo alla sua panchina, al suo gruppo, ai suoi ragazzi. “Ricominciamo, cara Lazio“. A vincere e convincere, dopo un momentaccio nero come la pece, che però da un momento all’altro sembra potersi nettamente schiarire. Dopo il pareggio di Milano (che a conti fatti sta anche stretto alla Lazio) qualche speranza in piu’ in vista del prossimo futuro c’è e con il rientro degli infortunati – quasi tutti senatori – l’aria potrebbe finalmente tornare respirabile come un tempo. La stagione la stiamo scartando pian piano e seppure all’interno non sembra intravedersi per ora alcun pacco-Champions, qualche segnale positivo pare comunque esserci. “Non ho mai avuto la sensazione che la mia panchina fosse in bilico – ha dichiarato Petkovic subito dopo la sfida con il Milan in quel di San Siro – So di aver dato le dimissioni, stasera erano doppie… (ha detto scherzando, ndr). Nella ripresa si è vista una squadra che crede nel progetto. Una squadra che non ci crede non avrebbe reagito in quel modo”. Come dargli torto, l’analisi di Petkovic non fa una piega. La fiducia al tecnico, rinnovata non solo da chi li ce lo ha messo, ma anche da chi scende in campo, lascia ben sperare e il match di oggi contro il Genoa, sarà l’ennesimo test fondamentale per capire cos’è che realmente i tifosi della Lazio dovranno aspettarsi da questo gruppo, che ancora sazio dall’abbuffata del 26, ha iniziato il campionato deludendo praticamente tutti, forse anche se stesso. La circostanza è di quelle delicate, di quelle che richiedono il massimo apporto da parte di ogni singolo interprete, perchè quanto visto nelle ultime due gare di campionato, non venga rapidamente relegato nello sgabuzzino delle casualità, giunte sorridenti a Formello, solo ad illudere o poco più. Nel frattempo i tifosi, da parte loro, non hanno mai fatto mancare il supporto alla squadra e al massimo, si sono limitati ad una protesta tanto civile quanto costruttiva, che senza troppi fronzoli ha caldamente invitato la rosa biancoceleste a mettere in bella vista i gioielli di famiglia. Uscire fuori da una situazione come quella che la Lazio sta vivendo, non è facile, non lo sarebbe per nessuno. Avere nei confronti della stessa un atteggiamenti distruttivo non servirebbe a niente e infatti, per fortuna, Petkovic è ancora al suo posto, lì dove con lavoro, sacrificio e qualche pacca sulle spalle, guiderà la risalita della squadra campione di Roma. Senza bisogno di maghi.

Rob.Ma. – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy