PARASHOW 2014 – Della Corte: “Volare vuol dire libertà”

PARASHOW 2014 – Della Corte: “Volare vuol dire libertà”

ROMA – “Attenzione piovono uomini!”, questo lo slogan del Parashow 2014, giunto alla sua settima edizione e organizzato per la prima volta nella nuova casa della Lazio Paracadutismo, presso l’Aviosuperficie Fly di Roma e aperta fino ad oggi al tramonto. “Abbiamo dovuto abbandonare la nostra vecchia sede – ha detto…

 

ROMA – “Attenzione piovono uomini!”, questo lo slogan del Parashow 2014, giunto alla sua settima edizione e organizzato per la prima volta nella nuova casa della Lazio Paracadutismo, presso l’Aviosuperficie Fly di Roma e aperta fino ad oggi al tramonto. “Abbiamo dovuto abbandonare la nostra vecchia sede – ha detto Lino Della Corte, presidente della Lazio Paracdutismo ai nostri microfoni – che si trovava ai Pratoni del Vivaro. Ora siamo qui, in Via Prenestina Nuova km 2, è la prima aviosuperficie di Roma che ci permetterà, con eventi come questi, di avvicinare le famiglie a questa bellissima disciplina. Il paracadutismo vuol dire libertà, in parte può sembrare uno sport di nicchia perchè non è ma riuscito a da arrivare alla ribalta della gente perchè veniva svolto in strutture aeroportuali, molto difficilmente accesibili alle famiglie. Con le aviosuperfici il discorso è diverso e con eventi come il Parashow, grandi e piccoli possono avere la possibiltà di esercitarsi e ammirare questa disciplina”. C’è anche chi lo fa per professione: “Noi siamo una delle poche società che se la batte con Esercito e corpo dei Carabinieri, abbiamo circa 300 soci e organizziamo anche dei veri e propri corsi di paracadutismo per chi vuole viverlo come un professione, ma anche voli in tandem. Dopo un primo approccio di 25 minuti, dove si spiegano le tecniche per entrare sul veivolo e come poi uscire dallo stesso durante il volo, si viene lanciati attaccati all’istruttore. Abbiamo vinto ben 12 campionati nazionali, due campionati Europei tutto con il grande orgoglio di farlo con l’Aquila nel petto che è la società per cui faccio il tifo fin dalla nascita”. Poi abbiamo scambiato anche quattro chiacchiere con Marco Tiezzi, inventore della tecnica atmonauta: “Con questa tecnica si simula un vero e proprio volo dell’uomo ci piazziamo in una posizione molto particolare e oggi ci esibiremo anche con dei fumogeni per colorare il cielo. Ci si mette perpendicolari, realizzando il sogno di volare da parte dell’uomo. Attualmente ci sono degli eventi come questo che ci permettono di dffondere questa nuova tecnica navigazione dell’atmosfera, non è cadere della forza di gravità come tutte le dscipline del volo, simuliamo la portanza, solo con il corpo che otteniamo una vera e propria performance di volo. Lo facciamo facendo delle formazioni, come le pattuglie acrobatiche dell’Aeronautica, abbiamo una velocità orizzontale, costituito da questo volo in formazione, senza alcun accessorio. E’ qualcosa di semplice, finito il corso di paracadutismo si può imparare questa tecnica che permette di realizzare il sogno di volare, ora non è ancora regolamentata dalla Fai, l’organismo preposto e non ci sono campionati, ma ci battiamo sempre per migliorare i record mondiali”. Domani, all’interno della nuova trasmissione “La Polisportiva siamo noi”, in onda il lunedì e il venerdì su Cittaceleste tv, canale 669 del Dgt, dalle 20,30 alle 22,30, potrete vedere le interviste e il servizio dedicato al Parashow 2014.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy