La Lazio nuoto sogna, il Recco la sveglia

La Lazio nuoto sogna, il Recco la sveglia

LA LAZIO SOGNA, IL RECCO LA SVEGLIA Le aquile giocano tre tempi alla pari con il Recco, poi l’allungo ospite. Grande prova della Lazio pronta per lo sprint finale. Show sugli spalti. Leporale: “Ci tenevamo”. Formiconi: “Contento dei miei ragazzi”. Tempesti: “Complimenti alla Lazio” PALAZZETTO DELLA LAZIO NUOTO – Dopo…

LA LAZIO SOGNA, IL RECCO LA SVEGLIA

Le aquile giocano tre tempi alla pari con il Recco, poi l’allungo ospite. Grande prova della Lazio pronta per lo sprint finale. Show sugli spalti. Leporale: “Ci tenevamo”. Formiconi: “Contento dei miei ragazzi”. Tempesti: “Complimenti alla Lazio”

 

PALAZZETTO DELLA LAZIO NUOTO – Dopo tre settimane di stop la Lazio Nuoto è tornata in vasca affrontando l’ultimo grande scoglio della stagione, la Pro Recco, prima di tuffarsi nella lotta per conquistare i playoff. Evidentemente i ragazzi di Formiconi avevano voglia perché hanno sfoderato una prestazione superlativa che li ha tenuti attaccati ai pluricampioni in carica per tre tempi, rincorrendo fino al pareggio, prima di cedere nel finale. Al termine dell’incontro valido per la 16^ giornata il risultato è infatti di 18-11 in favore dei liguri. Ottima prestazione di gruppo dei padroni di casa tra cui spicca ancora una volta un intramontabile Vittorioso, autore di tre reti, una delle quali sarà inserita di diritto tra le più belle del campionato. Da diversi anni la Lazio non teneva testa in questo modo ad una delle candidate allo scudetto, divertendo così il pubblico accorso numeroso come sempre. Una festa sugli spalti anche perché prima dell’inizio della partita è andato in scena il torneo “Acquagol”, con protagonisti ragazzi dai 9 agli 11 anni, organizzato dalla S.S. Lazio Nuoto e dal Comitato Regionale e che ha visto la partecipazione di quattro società: lo Sporting Lido Ostia, l’Aquademia, l’Athlon e ovviamente la Lazio.

 

A BRACCETTO CON I CAMPIONI – Iniziano bene i liguri a segno nelle prime battute con Gitto e Di Fulvio. Le aquile acquatiche dimostrano di essere in partita con Calcaterra (1-2). Fino al termine del primo quarto le squadre rispondono colpo su colpo e terminano il parziale (3-4). Per la Lazio una doppietta di Vittorioso, che sbaglia anche un tiro di rigore. Nel secondo quarto la Pro Recco prova ad allungare con Giorgetti, Di Fulvio e Aicardi (3-7) ma gli uomini di Formiconi diminuiscono lo svantaggio reagendo con Leporale e Cannella (5-7). Le reti di Aicardi e Leporale sanciscono la fine del secondo tempo sul 6-8.

Il terzo tempo è quello di marca laziale, subito Samuels a portare la Lazio a – 1 (7-8), prima Figlioli poi Felugo riportano le distanze sul +2, in mezzo la rete di Calcaterra (8-10). In questo momento la Lazio gioca la sua migliore pallanuoto e raggiunge il pari grazie ai gol di Vittorioso e Cannella (10-10). Il Palazzetto ci crede, ma la Pro Recco riesce nuovamente ad allungare ancora con Felugo e Figlioli (10-12). Di Maddaluno la rete che chiude il parziale: sarà anche l’ultimo gol della Lazio (11-12). Infatti negli ultimi otto minuti la Pro Recco domina e vince la partita 11-18 grazie a due gol di Felugo, Di Fulvio e Figlioli.

 

LAZIO PROMOSSA – Soddisfazione in casa biancoceleste, così Pierluigi Formiconi, allenatore della Lazio Nuoto: “Il risultato così rotondo alla fine è bugiardo anche Milanovic ci ha fatto i complimenti. Soddisfatto della partita, abbiamo sbagliato un paio di cose importanti, il rigore e qualche contropiede. Vincere con la Pro Recco è praticamente impossibile. Oggi vedevo film Frankstein Junior, quando lui dice “si può fare”, e scherzando l’ho ripetuto ai ragazzi, per tre tempi ci abbiamo provato. Purtroppo abbiamo avuto la sfortuna di fare alcuni errori e loro ne hanno approfittato. Quando abbiamo raggiunto il pareggio ho detto a Tommaso Pesapane: se stanotte ci pensi caschi dal letto. Ora dobbiamo pensare al Como e alle prossime partite che sono alla nostra portata. Un elogio ai ragazzi che hanno dato tutto. E’ importante che i ragazzi vengano qui al palazzetto a vedere le partite di pallanuoto, perché dalla tv si capisce poco. E’ uno sport che fa bene”.

 

Matteo Leporale, centroboa della Lazio Nuoto: “Oggi è andata abbastanza bene, peccato per l’ultimo tempo, ci tenevamo a fare bene. Un’ottima prestazione, ma non ci montiamo la testa. Conosciamo i nostri pregi e i nostri difetti, non ho paura degli avversari ma della Lazio, specialmente se penso agli anni passati. Se scendiamo in vasca come oggi possiamo vincere tutte le partite che restano. Contento per i due gol molto belli, ma l’importante è che si giochi bene di squadra. Chi segna è semplicemente il terminale di un lavoro corale”:

 

A fare i complimenti alla Lazio anche l’estremo difensore della Pro Recco e baluardo della Nazionale Stefano Tempesti: “Sofferenza imprevista, la Lazio ha un grande gruppo con due pilastri come Calcaterra e Vittorioso, giovani interessanti e un portiere di ottime prospettive. Vedere tutti quei ragazzini a bordo vasca è un esempio da seguire. Manifestazioni come quella di oggi dovrebbero vedersi in tutte le piscine. E’ il futuro che cresce”. La Lazio tornerà in vasca sabato prossimo in trasferta contro il Como nel recupero della 15^ giornata.

 

LA LAZIO IN TV – La partita S.S. Lazio-Pro Recco sarà trasmessa martedì 24 febbraio alle 12 e giovedì 26 febbraio alle 19 su Lazio Style Channel (canale 233 di Sky).

 

IL TABELLINO- S.S. LAZIO NUOTO-PRO RECCO 11-18

SS LAZIO NUOTO: Vespa L., Samuels J. 1, Di Rocco L., Sacco L, Gianni G., Colosimo F., Cannella G. 2, Vittorioso A. 3, Leporale M. 2, Calcaterra A.2 , Maddaluno R. 1, Mele A., Correggia V. All. Formiconi

PRO RECCO N. E PN: Tempesti S. , Lapenna F. , Prlainovic A. 1, Figlioli P. 4, Giorgetti A. 1, Felugo M. 4(1 rig.), Giacoppo M. , Di Fulvio Francesco 5, Figari N. , Pijetlovic Dusko , Aicardi M. 2, Gitto N. 1, Pastorino G. . All. Milanovic

Arbitri: Pascucci e Sgarra

Parziali: 3-4 3-4 5-4 0-6 Uscito per limite di fallo Prlanovic (R) nel terzo tempo.

Nel primo tempo Tempesti (R) ha parato un rigore a Vittorioso (L).

A 1’40” dalla fine cambio di portiere nella Lazio: Correggia al posto di Vespa. Superiorità numeriche: Lazio 5/10 + 2 rigori e Recco 2/3 + 1 rigore. Spettatori 600

 

Ufficio Stampa S.S. Lazio Nuoto

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy