NUOTO – Pari con il Bogliasco, ma la Lazio non ci sta

NUOTO – Pari con il Bogliasco, ma la Lazio non ci sta

Al Foro è 8-8. Arbitraggio che ha rovinato la partita penalizzando la Lazio. 8 espulsioni e aquile frenate nel finale. Il presidente Moroli: “Non accettiamo più, parlerò con la Federazione”. Pronto un dossier con gli errori filmati. Formiconi: “Abbiamo giocato meglio, direttori di gara pessimi”. Match in differita su Lazio Style

Bogliasco

 

ROMA – Dopo i duri colpi subiti nell’ultimo turno, ci si aspettava un pomeriggio tranquillo e un atteggiamento più equo nei suoi confronti. Invece è un 8-8 colmo di rabbia quello del Foro Italico per la Lazio Nuoto, che vede ora allontanarsi la salvezza diretta. La partita contro il Bogliasco valevole per la 18^ di A1 è stata fortemente condizionata dai due arbitri che hanno rovinato il confronto. Nel finale la Lazio riesce a rimontare tre gol negli ultimi centocinquanta secondi. A tratti spettacolo in campo, meno a bordovasca con i fischietti che perdono totalmente il controllo del match nell’ultimo periodo, innervosendo una gara fin lì tranquilla. Due doppie espulsioni sul 5-7 (fuori per la Lazio Colosimo e Cannella, per il Bogliasco Di Somma e De Trane), poi i signori Calabrò ed Ercoli frenano la rimonta dei padroni di casa facendo esplodere la rabbia del pubblico e dei giocatori. A fine gara per proteste vengono espulsi anche Leporale e Di Rocco, ingenui ma esasperati. Il presidente Moroli annuncia che parlerà con la Federazione, perché certi arbitraggi non saranno più accettati dalla società. Durante la partita da sottolineare anche due errori su tiro da rigore per la Lazio che ha comunque le sue gravi colpe: nel secondo tempo Prian ipnotizza Cannella, nel terzo Colosimo spreca tirando sulla traversa. Presenti in tribuna gli studenti e i docenti dell’istituto comprensivo Piaget-Majorana di Roma che per tutto l’incontro hanno fatto un tifo incessante a sostegno dei colori biancocelesti, grazie all’iniziativa Lazio Nuoto nelle scuole lanciata dalla società.

 

LA CRONACA – Partenza shock per la Lazio che subisce gol dopo 25 secondi e chiude il periodo sotto 0-2 per le reti di De Trane e Guidaldi. Il secondo tempo inizia con il gol dello 0-3 di Fracas. Poi la Lazio inizia a dare i primi segni di risveglio. Va in rete Di Rocco, poi Ravina fa 1-4. I due portieri si ergono a protagonisti. Nel finale di tempo prima Prian para un rigore a Cannella, poi segnano Lapenna e Leporale (3-4). Nel terzo periodo Colosimo tira sulla traversa il possibile rigore del 4-4, poi segna soltanto Guidaldi, una doppietta (3-6). Nell’ultimo periodo la grande rimonta laziale che termina la partita, però, come abbiamo visto, con l’amaro in bocca. Dopo sedici secondi Lapenna realizza un rigore, quindi Di Rocco accorcia le distanze. Il Bogliasco tra il terzo e il quarto minuto sembra mettere in ghiaccio la gara con i gol di Di Somma e Monari (5-8). Poi negli ultimi centocinquanta secondi la Lazio rimonta con i gol di Mele, Lapenna e Leporale (8-8). A 40 secondi dalla fine i biancocelesti avrebbero la possibilità di attaccare in superiorità numerica, ma gli arbitri inspiegabilmente fischiano un fallo che blocca l’ultima offensiva, ennesima svista di un pomeriggio da dimenticare.

 

LE INTERVISTE – Non è certo un presidente che ama le polemiche Massimo Moroli, ma questa volta, di fronte all’ennesimo torto subito, al termine dell’incontro ha sentito la necessità di tutelare la sua squadra : “Noi siamo partiti in sordina, poi siamo usciti fuori molto bene. Hanno reagito alla grande in una partita che si era messa malissimo, poi alla fine abbiamo avuto la possibilità di vincere. Purtroppo non siamo aiutati dagli arbitraggi, è già le seconda partita, quello di oggi è stato obbiettivamente inadeguato, noi facciamo sforzi economici che non posso essere trattati con questa superficialità. Non accetteremo più direzioni del genere, parlerò con la Federazione, ho già detto qualcosa al presidente degli arbitri: dovremo rivederci perché così non va”.

Amaro il commento del tecnico Pierluigi Formiconi: “La Lazio ha giocato meglio, anche se non si possono regalare due rigori all’avversario. L’arbitraggio è stato pessimo, io non so cosa abbiano visto nel finale. Qualche direttore di gara dovrebbe tornare a scuola di pallanuoto“.

In settimana la società lavorerà su un dossier filmato con gli errori subiti da presentare in Federazione.

LA LAZIO IN TV – Grazie alla collaborazione con la Lazio Calcio, la partita tra S.S. Lazio Nuoto e Bogliasco verrà trasmessa in differita su Lazio Style Channel, canale 233 del bouquet di Sky, mercoledi 2 marzo alle 14 e venerdì 4 marzo alle 21.

IL TABELLINO S.S. LAZIO NUOTO-RARI NANTES BOGLIASCO 8-8

S.S. LAZIO NUOTO: Radic Z. , Ferrante M. , Colosimo F. , De Vena W. , Santos Da Costa E Silva F. , Di Rocco L. 2, Giorgi D. , Cannella G. , Leporale M. 2, Lapenna F. 3(1 rig.), Maddaluno R. , Mele A. 1, Vespa L. . All. P. Formiconi

BOGLIASCO BENE: Prian E. , De Trane M. 1, Di Somma A. 1, Puccio D. , Guidaldi G. 3, Ravina R. 1, Gambacorta F. , Gonzalez Alonso I. , Guidi M. , Fracas A. 1, Monari M. 1, Giordano M. , Pellegrini P. . All. D. Bettini

Arbitri: Calabro e Ercoli

Note

 

Parziali: 0-2 3-2 0-2 5-2 Spettatori 600 circa. Nel secondo tempo Prian (Bogliasco) para un rigore a Cannella (Lazio); nel terzo tempo Colosimo (Lazio) tira sulla traversa un rigore. Uscito per limite di falli nel quarto tempo Santos (Lazio). Espulsi per reciproche scorrettezze Colosimo (Lazio), Cannella (Lazio), Di Somma (Bogliasco), De Trane (Bogliasco); espulsi per proteste Leporale (Lazio) e Di Rocco (Lazio). Sup. numeriche: Lazio 2/6 + 3 rigore e Bogliasco 4/7

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy