A tutta fantasia con Hernanes e Cassano

A tutta fantasia con Hernanes e Cassano

La Lazio sarà chiamata all’ennesima prova di maturità della stagione e questa volta, dovrà farlo contro l’Inter di Stramaccioni, la squadra che più di ogni altra si è ritagliata il titolo di ‘schiaccia big’. Napoli, Milan, Fiorentina e Juve, il trend è sicuramente dei più positivi per il tecnico romano…

La Lazio sarà chiamata all’ennesima prova di maturità della stagione e questa volta, dovrà farlo contro l’Inter di Stramaccioni, la squadra che più di ogni altra si è ritagliata il titolo di ‘schiaccia big’. Napoli, Milan, Fiorentina e Juve, il trend è sicuramente dei più positivi per il tecnico romano che, questa volta fissa il suo prossimo obiettivo: la Lazio. Dal suo canto Petkovic, proverà a spezzare questo incantesimo. Cercherà di ripetere l’impresa dello scorso anno, quando la squadra dell’ex Reja s’impose per 3-1 contro i nerazzurri. Sarà dunque la sfida di Petkovic e di Strama, ma sarà anche la sfida tra grandi campioni. Il match che contrapporrà talenti come Cassano ed Hernanes, le due punte di diamante delle rispettive formazioni.

Finora il barese è sceso in campo per 14 volte e se dovesse fare 15 stasera, si buscherebbe 200000 euro, il primo bonus stabilito con l’Inter al momento della firma. E il successivo traguardo non è poi così lontano: altri 200000 quando Cassano raggiungerà quota 20 tra gol e assist. Oggi il numero 99 è già a quota 11 (5 + 6), questa sera proverà ad incrementare il bottino proprio contro la Lazio, a cui in carriera ha segnato 6 volte. Lui, l’uomo dei numeri, ma anche il faro dell’Inter. Perché se Sneijder fa i capricci e vive da ‘separato in casa’, se Coutinho fatica a imporsi nelle grandi partite e se Alvarez è tornato ad affollare l’infermeria, tutte le speranze sono riposte in lui: in fantAntonio. E se la parola magica è ‘fantasia’, non può che sentirsi chiamato in causa il Profeta. Hernanes come carisma, eleganza, fantasia, genialità. Lui, il genio della formazione biancoceleste, l’uomo dalla classe sopraffina e con il piede fatato. Anche stasera proverà a prendere per mano la sua Lazio per condurla verso isole felici, verso traguardi insperati, lì, più in alto possibile in mezzo alle grandi. Ci sarà bisogno del suo intuito, della sua genialità, delle sue giocate, ci sarà bisogno del migliore Hernanes per superare la prova Inter. Stasera ci riproverà, a caccia del gol 31 con la Lazio. Il Profeta quest’anno è già a quota 6 reti in campionato. Viaggia a medie elevate, continuando così il record di 11 gol lo batterà senza dubbio alcuno. È a lui che la Lazio chiede il terzo posto, è al terzo posto che il Profeta mira. Mira al quel posto utile per la Champions, posto che per due anni consecutivi è sfuggito per un pelo, nell’ultima giornata di campionato. Petkovic gli ha affidato le chiavi del centrocampo, l’ha messo alla guida di questa fuoriserie chiamata Lazio. C’è un viaggio lungo da affrontare che conduce verso l’Europa ma anche verso la Seleçao. Il prossimo traguardo è fissato: riappropriarsi della maglia verdeoro, quella che gli è stata strappata di dosso e che presto potrebbe tornare ad ostentare fiero.

 

Ramona Marconi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy