ACCOLTELLATI – Uno dei feriti, ”Lotito scherza”

ACCOLTELLATI – Uno dei feriti, ”Lotito scherza”

ROMA – I fatti accaduti prima della partita fra Lazio e Borussia Moenchengladbach, relativi all’accoltellamento di alcuni tifosi tedeschi, continuano a tenere banco sulla stampa teutonica. Lotito, parlando ai microfoni di SkySport aveva difeso i tifosi della Lazio (i quali, in ogni occasione vengono spesso tirati in ballo prima del…

ROMA – I fatti accaduti prima della partita fra Lazio e Borussia Moenchengladbach, relativi all’accoltellamento di alcuni tifosi tedeschi, continuano a tenere banco sulla stampa teutonica. Lotito, parlando ai microfoni di SkySport aveva difeso i tifosi della Lazio (i quali, in ogni occasione vengono spesso tirati in ballo prima del tempo) “La madre dei cretini e’ sempre in stato interessante – le sue parole –  ma non mi risulta che facciano parte della tifoseria organizzata, vorrei capire chi sono prima di etichettarli come tifosi della Lazio“. Oggi, BILD ha intervistato uno dei feriti, il 50 enne Harald S.: “Sono stato preso a calci da dietro e poi accoltellato. La polizia era a 50 metri. Ho sanguinato molto, prima di essere ricoverato in ospedale. Non è assolutamente vero – ha detto – che chi come me è stato ferito, poi ha anche assistito alla gara, come raccontavano alcuni giornali. Non era una cosa lieve. Sono dovuto rimanere in ospedale fino a domenica. Solamente quando dopo 14 ore, le mie condizioni sono migliorate, allora, mi è stato concesso di tornare a casa. Sono felice di essere di nuovo qui”. Lotito, sempre in riferimento a quanto accaduto, aveva spiegato: “Ho parlato con le forze dell’ordine e mi e’ stato detto che in due casi non e’ nemmeno un accoltellamento, non hanno avuto bisogno di cure ospedaliere, mentre nel terzo e’ quella che a Roma si chiama ‘pungicata’ a un gluteo“. Nonostante corrispondano a verità, la BILD trova ‘incredibili‘ queste dichiarazioni, definendole persino ‘una presa in giro nei confronti delle vittime’: “Le parole di Lotito? Uno scherzo” ancora Harald, che poi conclude la sua intervista così, “Gli idioti sono ovunque – il riferimento agli aggressori – ma devo dire che le cure che ho ricevuto a Roma, sono state eccellenti“.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy