Ag. Zarate: ‘Potrebbe andare a scadenza’

Ag. Zarate: ‘Potrebbe andare a scadenza’

ROMA – La Lazio vince e convince, per la soddisfazione di tutti: calciatori, staff e tifosi. Eppure qulacuno che vive un momento particolarmente difficile, sia dal punto di vista ambientale che prettamente tecnico c’è. Il soggetto in questione è Mauro Zarate, sul quale si sprecano le voci di mercato, che…

ROMA – La Lazio vince e convince, per la soddisfazione di tutti: calciatori, staff e tifosi. Eppure qulacuno che vive un momento particolarmente difficile, sia dal punto di vista ambientale che prettamente tecnico c’è. Il soggetto in questione è Mauro Zarate, sul quale si sprecano le voci di mercato, che lo allontanerebbero dalla capitale già nel prossimo gennaio. Il suo agente Luis Ruzzi, intevenuto ai microfoni di RadioSei, fa il punte della situazione e avverte: se la soluzione non sarà quella ideale per tutte le parti in causa, si andrà a scadenza. Di seguito le sue parole:

Quale momento vive Zarate?

“In questo momento non bisognerebbe parlare di Zarate, è controproducente per tutti. Invece bisogna dire di una bella Lazio vincente, della squadra che sta giocando così bene e che sta dando ai tifosi tante soddisfazioni. E’ vero, Zarate sta vivendo delle difficoltà, ma si deve rimboccare le maniche e aspettare che arrivi il suo momento, per dimostrare che razza di giocatore è e per dare il suo contributo alla causa”.

Ha dichiarato che non andrà via, ci può spiegare?

“E’ impossibile che vada, anche perchè in questo momento non gioca ed è difficile che a lui si interessi una squadra importante, o che si avvicini una squadra che a noi possa interessare.  E’ una situazione complicata. Oltretutto Zarate è un giocatore che guadagna molto, trovare un club disposto a pagare quelle cifre per uno che non gioca è altrettanto arduo, e noi non vogliamo uscire dal grande calcio”.

Lui vuole rimanere, ma il tweet della settimana scorsa è un chiaro segno di disagio..

“Lui ha chiarito che non ce l’aveva con Petkovic. Ad ogni modo quando uno estrapola un concetto da una risposta data, transformandola in un’affermazione generale, lascia un pò il tempo che trova. Poi ovvio che Maurito sia a disagio, perchè da gioiello del calcio argentino, ora tutti si chiedono che fine abbia fatto. Ricordo che l’ultima trofeo importante che l’Argentina ha vinto a livello under 20, l’ha fatto con un gol di Zarate in finale”.

Se la società trovasse una destinazione cosa fareste?

“Dipende da quale. Se fosse di livello internazionale superiore alla Lazio, è chiaro che uno può pensare di andare via. Rimane comunque una scelta difficile, perchè per Mauro sarebbe una sconfitta lasciare la Lazio, squadra che ha scelto a suo tempo. Perchè se ben ricordate fu con l’intervento del calciatore che si concretizzò l’operazione con Al-Sadd. In generale noi siamo molto grati dell’interesse che regintriamo in giro, però ripeto, non vogliamo uscire dal calio che conta. Questo non si discute, sennò tanto vale attendere che finisca il contratto”.

Se non trovasse spazio, quale sarà la soluzione?

“Prima o poi giocherà, è logico che avvenga per un giocatore delle su qualità. Se poi arrivasse una società in grado di soddisfare tutti, disposta a dare alla Lazio quello che vuole e interessante per il giocatore, allora ci muoveremo. Daltronde viviamo in un calcio professionistico. Altrimenti non ci muoviamo, anche perchè il giocatore fra un anno sarà libero di scegliere il propio destino, esattamente da dicembre 2013. Un anno passa veloce, poi qualche oppoertunità ce l’avrà no? Altrimente se non ne avesse si continuerà a deprezzare il cartellino, che vi devo dire…”

Al suo ritorno a luglio però, c’erano tutti i presupposti che lui facesse bene.

“Lui è un grande professionista, che si allena tantissimo, anche doppio e triplo. E’ uno che sta sempre bene ed è sempre pronto. Purtroppo, come abbiamo visto, gli altri giocatori stanno facendo molto meglio. In campo si va in undici, le rose sono di trenta elementi, chiaro che gli altri 19 siano socntenti. L’allenatore fa le sue scelte che in questo momento gli danno ragione. Non si può toccare l’equilibrio di una squadra che sta regalando questi risultati, bisogna aspettare l’opportunità di farsi vedere”.


F.P.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy