Alberti: ‘Reja ha rovinato Zarate’

Alberti: ‘Reja ha rovinato Zarate’

Josè Alberti, agente Fifa vicino all’attaccante della Lazio Mauro Zarate, ha parlato ai microfoni Itasportpress.it. Ha parlato del momento di Mauro alla Lazio, e di quello che ha passato nella stagione precedente: “Zarate ha avuto la fortuna di andare a giocare in un club importante come la Lazio, ma ha…

Josè Alberti, agente Fifa vicino all’attaccante della Lazio Mauro Zarate, ha parlato ai microfoni Itasportpress.it. Ha parlato del momento di Mauro alla Lazio, e di quello che ha passato nella stagione precedente: 

 “Zarate ha avuto la fortuna di andare a giocare in un club importante come la Lazio, ma ha avuto la sfortuna di trovare sulla sua strada gente come Reja che ha fatto di tutto per rovinarlo. Negli ultimi due anni Mauro non è riuscito a dimostrare il suo valore e non per colpa sua. Ha trovato allenatori che non capivano come esaltare le sue caratteristiche. Zarate se viene schierato dietro le punte diventa un giocatore decisivo. Lo metto al pari solo di Pato e Lavezzi per quello che riesce a fare in quel ruolo. E’ come se Maradona viene schierato da esterno sinistro, perdi un grande campione e per Zarate è lo stesso. Alla Lazio in molti nei confronti di Mauro si sono comportanti come il marito che si taglia l’uccello per fare un dispetto alla moglie. Chiaramente Zarate ha pure i suoi difetti. Lo definisco un mangione del pallone perché a volte si intestardisce però se viene messo nelle condizioni ideali riesce a fare la differenza. Purtroppo in questo momento sta pagando colpe non sue e di questo il giocatore è molto dispiaciuto. Le voci sull’interesse del Torino? Zarate resterà alla Lazio. Lui è innamorato di Roma e dei colori biancocelesti. Lotterà contro tutto e tutti per riprendersi la maglia da titolare. Non può andare a giocare in una squadra come il Torino che lotta per salvarsi. Mauro merita piazze sicuramente più importanti”.

Simone Davide

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy