Altro inedito: Petkovic vs Iachini

Altro inedito: Petkovic vs Iachini

ROMA – Per Petkovic questo è il primo anno nel campionato italiano. Ogni sfida è nuova per lui. Ogni avversario che incontra non ha mai giocato contro di lui. C’è una squadra, però, che Vlado ha già incontrato più di una volta. Si tratta del Siena, squadra che la Lazio…

ROMA – Per Petkovic questo è il primo anno nel campionato italiano. Ogni sfida è nuova per lui. Ogni avversario che incontra non ha mai giocato contro di lui. C’è una squadra, però, che Vlado ha già incontrato più di una volta. Si tratta del Siena, squadra che la Lazio affronterà oggi in una partita valevole per la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia. Le due squadre si incontrano oggi per la terza volta in stagione. La prima è avvenuta lo scorso luglio, in un’amichevole disputata nel ritiro della Lazio ad Auronzo di Cadore. Quella volta vinsero i toscani con un gol di Larrondo. Il secondo incontro è stato poi alla sesta giornata di campionato. I bianconeri vennero sconfitti all’Olimpico grazie ai gol di Ederson e Ledesma.
Valutando i precedenti si nota che i risultati sono in perfetta parità. Una vittoria per parte. La sfida di stasera servirà allora per vedere chi si porterà di nuovo in avanti. Le ipotetiche quotazioni danno in netto vantaggio la squadra Petkovic che grazie al suo gioco sta portando la Lazio nelle primissime posizioni di campionato. Il suo è un gioco esaltante e propenso all’attacco con il quale sta realizzando molto di più di quanto chiunque si potesse aspettare. C’è da dire che, probabilmente, oltre al già ottimo cammino che i biancocelesti stanno facendo, se ci fosse stato un sostituto all’altezza di Klose le aquile avrebbero potuto anche fare qualcosa di più.

La sfida con il Siena capita proprio nel momento più giusto. Il primo incontro tra le due squadre avvenne quando intorno a Petkovic c’era ancora aria di dubbio e incertezza. Arrivati alla sfida di oggi ormai Vlado è riuscito a convincere totalmente giocatori, società e tifosi. Il suo 4-1-4-1 è l’anima della Lazio, uno schema dal quale partire per affrontare qualunque avversario. La capacità del nuovo allenatore laziale è anche quella di saper adattare lo schema di gioco che predilige alle caratteristiche tecnico-tattiche dell’avversario. Vlado ha affrontato la squadra toscana già due volte, nella prima ha ciccato, nella seconda no. Ci si augura che continui da dove aveva lasciato.

Dal canto suo il Siena si presenta a questa sfida con una situazione che definire difficile risulta alquanto riduttivo. Ultimo in classifica e con i risultati che stentano ad arrivare: solo 4 vittorie e ben 8 sconfitte. Per rendere il tutto più complicato lunedì scorso c’è stato l’esonero di Serse Cosmi, dopo la pesante sconfitta contro la Fiorentina. Al posto dell’allenatore umbro è stato chiamato Giuseppe Iachini. Il nuovo tecnico ha dovuto prima rescindere il contratto con la Sampdoria per poter accettare l’offerta dei toscani. L’ex regista della Fiorentina – è questa la squadra in cui ha militato per più stagioni. La scena offertagli dalla Coppa Italia potrebbe rappresentare una opportunità per esordire al meglio e ridare morale alla squadra da utilizzare per rialzare la testa in campionato e cercare da subito il passo buono per iniziare a lottare per la salvezza. La sorte gli ha dato uno degli avversari più ostici che in questo momento storico si trovano in Italia. Schiererà, perciò, la formazione titolare con l’intenzione di creare più difficoltà possibili ai giocatori biancocelesti e sperare nel colpaccio. Non potrebbe fare altrimenti del resto essendo arrivato nella sua nuova squadra da soli due giorni. E’ pur vero che per il Siena la Coppa Italia rappresenta una competizione nella quale non può essere protagonista. Il livello tecnico delle avversarie non le permetterebbe di andare molto in avanti a meno che non si verificasse un miracolo sportivo. Questo Iachini lo sa, ne è cosciente, ma allo stesso tempo non può permettersi di snobbare la competizione soprattutto per rispetto ai suoi nuovi giocatori e a quelli avversari.
Viste le partite già disputate tra le due squadre una sola certezza possiamo evidenziare: non mancherà lo spettacolo.

Francesco D’Andrea

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy