ASSEMBLEA FIGC – Lotito, ”Sono andato da..”

ASSEMBLEA FIGC – Lotito, ”Sono andato da..”

ROMA – Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, presente al Rome Marriott Park Hotel, a Fiumicino, per eleggere il nuovo presidente della FIGC è intervenuto ai microfoni di SkySport24. Ecco quanto evidenziato da Cittaceleste: “Noi dobbiamo preoccuparci di noi stessi, non degli altri. Non penso che la Juventus sia preoccupata…

ROMA – Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, presente al Rome Marriott Park Hotel, a Fiumicino, per eleggere il nuovo presidente della FIGC è intervenuto ai microfoni di SkySport24. Ecco quanto evidenziato da Cittaceleste: “Noi dobbiamo preoccuparci di noi stessi, non degli altri. Non penso che la Juventus sia preoccupata della Lazio – ha esordito- Abete? – ha detto poi in riferimento alla sua nuova rielezione – è la continuità nel rinnovamento. Il consiglio Federale è cambiato in termini numerici. Quindi si potranno prendere più decisioni, in maniera più facile. Il sistema si è snellito“. Ancora non si riesce ad eleggere il presidente della Lega: “Qui si tratta di trovare la soluzione ai problemi, non colpevoli. Penso che bisognerà trovare la condizione per portare al centro della Lega tutti i presidenti, che oggi hanno abdicato alla loro funzione. Questi devono ripartire, proponendo alla federazione idee utili sotto ogni punto di vista“.



Tornando alla Lazio, che effetto fa a Claudio Lotito, vedere tante squadre sotto la sua squadra in classifica? “ Nessun effetto, noi siamo consapevoli di aver costruito una squadra in grado di combattere con tutti. Poi ci sono tanti fattori che possono indirizzare la stagione, come i fattori imponderabili“. Il tocco di mano di Floccari:Io penso che ogni volta che la Lazio vince, c’è sempre qualche problema. La settimana scorsa, su TuttoSport ho letto: “La Lazio a -5 con l’aiuto dell’arbitro”. Io penso invece che vada fatta una analisi obiettiva, la Lazio ha meritato o no di vincere? Io penso di si. Il fallo di mano, è involontario. Io sono andato da Floccari negli spogliatoi e l’ho chiesto, “L’hai toccata?” e lui mi ha detto, “Mi è sbattuto il pallone addosso”. Forse si fa tanto caso a queste cose, perchè la Lazio si è dimostrata una squadra estremamente onesta:Infatti, la prima cosa di cui mi sono preoccupato è stata quella di parlare con Floccari. “L’hai toccata?” “Assolutamente no”, mi ha detto. Non ci sarebbero stati problemi, in caso contrario. Vi pare? Poteva succedere. Comunque non c’è solo lui, nella nostra rosa c’è anche Kozak, non dimentichiamolo”. Caso Zarate, c’è delusione?Vede, ci sono due filosofie diverse. Una di gruppo, una individuale. La nostra squadra è impegnata su quella di gruppo. Zarate è un grandissimo giocatore, ma lui può far comodo a squadre che puntano sulle filosofie individuali. Maradona faceva tutto da solo, ma vinceva le partite“.

MR/Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy