Ballotta: ‘E’ presto per il turnover..’

Ballotta: ‘E’ presto per il turnover..’

L’ex-portiere biancoceleste torna a parlare di Lazio, lo fa attraverso i microfoni di Radio Incontro, analizzando l’ottimo momento della squadra di Petkovic, che questa sera debutterà a Londra contro il Tottenham in Europa League. Marco Ballotta commenta così il brillante avvio in campionato di Klose e compagni, che dopo tre…

L’ex-portiere biancoceleste torna a parlare di Lazio, lo fa attraverso i microfoni di Radio Incontro, analizzando l’ottimo momento della squadra di Petkovic, che questa sera debutterà a Londra contro il Tottenham in Europa League. Marco Ballotta commenta così il brillante avvio in campionato di Klose e compagni, che dopo tre partite sono a quota 9 primi in classifica:

“Non mi aspettavo una partenza così veloce da parte della Lazio, visto le amichevoli estiva, stanno giocando bene ottenendo dei risultati meritati. Speriamo che continuino così perché veramente possono andare lontano”.

Petkovic deve continuare a puntare sugli undici titolari, che tanto hanno fatto bene fino ad ora, o iniziare il turnover? Quanto inciderà l’Europa League nella stagione?
“E’ ancora presto per iniziare il turnover, perché penso che, ora cominceranno le partite più importanti, conviene adottare ancora la stessa formazione così che aumentano i minuti e la condizione atletica di una parte dei giocatori. L’Europa League è importante soprattutto inizialmente, intanto bisogna superare il girone inziale perchè non si sa come andranno le cose in campionato, poi si arriverà ad un punto dove si faranno delle scelte, però all’inizio bisogna puntare su tutte le competizioni”.

La Lazio dovrà puntare sulla Serie A o sull’Europa League?
“Punti sul campionato. La Serie A è sempre più importante. Lì si può andare lontano e raggiungere competizioni importanti a cui la Lazio può puntare”.

Su mister Petkovic
“Petkovic era un’incognita non avendo esperienza nel nostro campionato. E’ un allenatore nuovo, straniero, inizialmente avevo qualche dubbio su di lui, ma ora tutti ne stanno parlando bene e sta anche facendo vedere delle buone cose a livello di gioco e probabilmente è stata fatta la scelta giusta; anche perché i giocatori lo stanno seguendo al 100%”.

In questa Lazio quanto è merito dell’allenatore o merito di Hernanes e Kose?
“Indubbiamente quando si hanno dei buoni giocatori vengono anche i risultati, poi se mancheranno questi, qualcosa in meno si farà. – continua -Adesso stanno facendo la differenza , ma non li scopriamo certo ora. La Lazio ha un organico che gli permette di sostituire sia Hernanes che Klose”.

Su Zarate
“Zarate è indiscutibile come giocatore se riesce a dialogare con i compagni. E’ uno di quelli che può fare la differenza”.

Una delle forze di questa Lazio è la difesa che ha concesso soltanto 2 gol, uno su rigore, in 5 partite ufficiali tra campionato e coppa
“Questo è merito dell’allenatore che ha dato un gioco alla squadra. I risultati non vengono mai per caso. – spiega – Ha i giocatori adatti al gioco che vuole fare, molto importante perché se ad un giocatore chiedi di fare un ruolo che non è il suo non si va da nessuna parte, e con questo tipo di gioco sta ottenendo risultati e ha portato molto entusiasmo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy