Baronio: ‘Su Miro bisogna sciacquarsi la bocca’

Baronio: ‘Su Miro bisogna sciacquarsi la bocca’

ROMA – Quando c’è da parlare di Lazio, Roberto Baronio, non tiene mai la lingua fra i denti. Comprensibile per un calciatore che, seppur non abbia mai brillato per continuità e picchi di rendimento, ha sempre dimostrato attaccamento e professionalità alla società biancoceleste, dove in tutto ha militato quattordici anni.…

ROMA – Quando c’è da parlare di Lazio, Roberto Baronio, non tiene mai la lingua fra i denti. Comprensibile per un calciatore che, seppur non abbia mai brillato per continuità e picchi di rendimento, ha sempre dimostrato attaccamento e professionalità alla società biancoceleste, dove in tutto ha militato quattordici anni. Nell’intervista rilasciata a tuttomercatoweb, non sorprende quindi, la passione con cui difende Mirlo Klose dall’attacco del presidente del Bayern Hoeness. Poi Lazio-Milan, Juve-Napoli e i meriti di Petkovic, tutti gli argomenti proposti nell’intervista: 

Sabato c’è Lazio-Milan, secondo alcuni la sorpresa del campionato contro la delusione, le come la vede?

“Per ora è così però penso che il Milan possa riprendersi. Se riescono a trovare l’assetto giusto e a eliminare tutti quei problemi mentali che hanno avuto con l’inizio di questo campionato dopo l’addio di tanti campioni, possono ancora riprendersi e lottare per le prime posizioni. Per quanto riguarda la Lazio spero che continui così perchè sta andando veramente bene. Ha perso punti in casa con il Genoa, dove meritava almeno il pareggio ma per il resto ha dimostrato di poter lottare per importanti traguardi”.

Ti aspettavi una squadra così organizzata? Molti meriti sono di Petkovic…
“Sicuramente ha dei meriti l’allenatore, mi aspettavo comunque una buona partenza perchè la squadra è cambiata poco rispetto all’anno scorso. Non mi dispiace Ciani che dopo la prima partita contro il Genoa si era un po’ perso ma lo giudico un buon acquisto e un giocatore importante. Petkovic è stato bravo a prendere in mano una squadra che aveva un suo modo di giocare e trovare subito il sistema più giusto di collocarla in campo”.

Poi in avanti c’è una certezza come Klose…
“Non ci sono più aggettivi, ce lo stiamo godendo a Roma sponda laziale e sono felice di averlo in biancoceleste. Trovo assurdo che chi arriva da altri paesi, come dirigenti e presidenti, giudichino Klose come un attaccante che sappia fare gol solo contro le piccole. Ci ho pensato a questa cosa e dico loro di “sciacquarsi” la bocca prima di parlare di Klose”.

Mentre il big match per lo scudetto è Juve-Napoli, se la sente di sbilanciarsi su questa gara?
“Sarà una sfida bella da vedere, molto combattuta e con ritmi elevati. Bisogna vedere però come torneranno le due formazioni dalla pausa per le Nazionali che spesso causa problemi, ma se ci saranno valgono per entrambe le squadre. Però sarà una buona partita, ricca di gol. Quest’anno vedremo queste due squadre lottare per il titolo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy