LE VOCI – Berisha si presenta: “Sarò titolare in Europa League”

LE VOCI – Berisha si presenta: “Sarò titolare in Europa League”

Erit Berisha si presenta. In una lunga intervista rilasciata al sito svedese “SvenskaFans.com” il nuovo portiere della Lazio regala le sue prime emozioni da giocatore biancoceleste e promette battaglia. Il numero uno albanese sembra avere le idee chiare. Ha un sogno in tasca, e una promessa fatta dai dirigenti prima…

Erit Berisha si presenta. In una lunga intervista rilasciata al sito svedese “SvenskaFans.com” il nuovo portiere della Lazio regala le sue prime emozioni da giocatore biancoceleste e promette battaglia. Il numero uno albanese sembra avere le idee chiare. Ha un sogno in tasca, e una promessa fatta dai dirigenti prima di firmare il nuovo contratto che lo legherà alla società di Lotito: sarà lui il portiere titolare in Europa League e in coppa Italia. Parla dal ritiro della nazionale, dopo aver perso la partita contro la Slovenia. “E’ stata una sconfitta immeritata – sottolinea il portiere della nazionale albanese – la partita è stata equilibrata, con la differenza che loro sono riusciti a segnare, noi no. Abbiamo creato un paio di occasioni, ma il loro portiere è stato bravo. Abbiamo ancora possibilità di qualificarci, la prossima partita è contro l’Islanda, sarà fondamentale vincere”. Berisha parla del suo passato nel campionato svedese e della sua prossima esperienza nel campionato italiano. “Sono stato benissimo al Kalmar, ma volevo fare il salto di qualità  passando in un club di livello superiore: con la Lazio avrò l’opportunità di vincere qualcosa. La Lazio mi segue da quando ho iniziato a giocare in nazionale. Mi hanno studiato con molta attenzione, mi hanno visto all’opera anche in campionato. Non ho ancora parlato con Petkovic, ma ho avuto modo di incontrare sia il presidente Lotito che Igli Tare. Cana è un bravo ragazzo, e un giocatore fantastico. E’ il capitano della squadra nazionale. Mi sta aiutando molto, con lui in squadra sarà certamente più facile inserirmi”. Il portiere kosovaro affronterà la prossima sfida di qualificazione ai mondiali brasiliani contro l’Islanda, poi traslocherà a Roma. “Dopo la prossima partita della nazionale tornerò a Kalmar per sistemare le ultime cose, poi mi trasferirò definitivamente a Roma. Inizialmente mi stabilirò in hotel, poi troverò un appartamento. Come giocatore cerco sempre di fare del mio meglio, sia negli allenamenti, sia in partita. Ho sempre voglia di migliorare, di migliorarmi. Per un portiere credo sia importante essere versatile. Come persona sono un ragazzo tranquillo. La concorrenza? Marchetti è la prima scelta, ma io non mi limiterò a sedermi in panchina. Ci sono molte partite durante la stagione, la società mi ha garantito che giocherò sia in Europa League che Coppa Italia. E per me è stato importante questo discorso. Ho bisogno di giocare le partite per continuare a crescere. Inoltre non so quale sarà il futuro di Marchetti, potrebbe anche essere ceduto qualora arrivasse al club qualche buona offerta da un club straniero”. Infine un commento sulla sua nuova squadra. “La Lazio è un grande club, ha una rosa ampia, con molti giocatori in competizione per un posto da titolare. Abbiamo un buon organico, quindi penso che la squadra possa andare lontano in tutte le competizioni. Un sogno? come portiere vorrei sempre mantenere la mia porta inviolata. Aspetto con impazienza il derby, sarà una partita speciale. A Roma il derby è una cosa seria. Ho sempre sognato di giocare di fronte a un grande pubblico, non vedo l’ora di vivere questa emozione”.  

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy