Bilancio SS Lazio spa al 30/06/2012. Il commento.

Bilancio SS Lazio spa al 30/06/2012. Il commento.

SS Lazio SpA – Bilancio al 30 giugno 2012Primi commenti di Lazio Family al Bilancio della Lazio chiuso al 30 giugno 2012.1. Utile dell’esercizio.Il Bilancio separato della SS Lazio SpA chiude con un utile di € 580.492; l’utile dell’esercizio precedente era stato di € 670.862. Il Bilancio consolidato chiude con…

SS Lazio SpA – Bilancio al 30 giugno 2012
Primi commenti di Lazio Family al Bilancio della Lazio chiuso al 30 giugno 2012.

1. Utile dell’esercizio.
Il Bilancio separato della SS Lazio SpA chiude con un utile di € 580.492; l’utile dell’esercizio precedente era stato di € 670.862.
Il Bilancio consolidato chiude con un utile di € 4.221.554; nell’esercizio precedente il Bilan-cio consolidato si era chiuso con un utile di € 9.982.408.

2. Bilanci.
Fino ad oggi, la Lazio ha pubblicato il Bilancio separato, cioè relativo alla Società quotata in borsa, ed il Bilancio consolidato, che ingloba anche i risultati delle società controllate al 100% Lazio Marketing & Communication SpA e Cirio Lazio Immobiliare Srl, accompagnati da un comunicato stampa. Non sono ancora stati pubblicati né la Relazione sulla Gestione né la Nota Integrativa dei due Bilanci, documenti che costituiscono una importante fonte per la conoscenza dell’andamento della Società. Il documento pubblicato dalla Lazio av-verte anche che i Bilanci sono stati approvati dal Consiglio di Gestione il 18 settembre 2012 ma non sono stati ancora verificati dalla Società di Revisione e non sono stati esa-minati dal Consiglio di Sorveglianza.

3. Assemblea degli Azionisti.
L’Assemblea degli Azionisti della SS Lazio SpA è stata convocata a Formello per il 26 ot-tobre 2012 alle ore 13.00 in prima convocazione e il 23 novembre 2012 alle ore 13.00 per l’eventuale seconda convocazione.

4. Ricavi.
Il giro d’affari risultante del Bilancio separato risale da € 80,92 milioni dell’esercizio 2010-2011 ad € 82,69 milioni dell’esercizio 2011-2012. Quest’ultimo importo comprende:
– ricavi da gare per € 9,95 milioni, in aumento rispetto ad € 8,52 milioni dell’esercizio precedente; nel confronto fra i due esercizi risulta significativo l’aumento dei ricavi da abbonamenti che passa da € 2,06 milioni ad € 3,21 milioni;
– i diritti radiotelevisivi e proventi media aumentano da € 51,08 milioni ad € 54,98 milioni con un incremento di € 3,90 milioni;
– i ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità passano da € 0,48 milioni ad € 0,76 milioni; in questa voce fino al bilancio 2010 erano inclusi i ricavi da sponsorizzazione (circa € 10 milioni) del Centro Sportivo di Formello, contratto scaduto nella stagione 2009/2010;
– i proventi da gestione dei diritti dei calciatori scendono da € 18,70 milioni ad € 14,36 milioni; si tratta delle plusvalenze che nel Bilancio in commento sono attribuibili alla cessione di Lichtsteiner alla Juventus (€ 9,32 milioni) e di Cisse al QPR (€ 0,79 milioni); il ricavo dalla cessione dei due giocatori è stato rispettivamente di € 10 milioni e di € 5 milioni. Le plusvalenze dell’esercizio precedente erano attribuibili alle cessioni di Kola-rov al Manchester City per € 17,19 milioni e di Eliseu al Malaga per € 1,08 milioni;

5. Costi.
Il bilancio separato espone i seguenti costi:
– i costi per il personale passano da € 38,94 milioni ad € 54,10 milioni con un incremento di € 15,16 milioni pari al 38,93%. L’incremento è attribuito al rafforzamento qualitativo della rosa della prima squadra in occasione della campagna trasferimenti dell’estate 2011 ed alle ulteriori operazioni concluse nel mercato invernale; l’incidenza del costo del personale sul totale ricavi aumenta dal 48,12% al 65,42%;
– gli oneri per servizi esterni scendono da € 12,77 milioni ad € 11,51 milioni; in questa voce sono inclusi i costi per consulenze tecnico-sportive di intermediazione prestate nelle fasi di acquisizione e cessione dei calciatori, la cui entità non è precisata nel do-cumento in commento;
– gli ammortamenti aumentano da € 20,56 milioni ad € 21,47 milioni a seguito degli ac-quisti effettuati nel corso della campagna trasferimenti tesa al rafforzamento della rosa della prima squadra;
– gli accantonamenti e le svalutazioni ammontano a € 0,25 milioni; nel bilancio dell’esercizio precedente questa voce esponeva un contributo positivo pari ad € 9,73 milioni conseguenti all’azzeramento di un fondo rischi non più necessario a seguito dell’esito positivo del contenzioso a fronte del quale il fondo era stato costituito;
– i tecnicismi della fiscalità anticipata e differita contribuiscono positivamente al Bilancio 2011-2012 per oltre € 9 milioni;
– il Bilancio dello esercizio 2011-2012 espone proventi per dividendi erogati dalla control-lata SS Lazio Marketing & Communication SpA per € 6,00 milioni.
Il Bilancio consolidato evidenzia ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità pari ad € 13,31 mi-lioni (€ 12,09 milioni nell’esercizio precedente) e ricavi da merchandising per € 1,22 milioni (€ 1,37 milioni nell’esercizio precedente). Da queste voci, parzialmente ridotte per i costi della società controllata, scaturisce l’utile del Bilancio consolidato sopraindicato in € 4,22 milioni.
Complessivamente il giro d’affari consolidato aumenta rispetto all’esercizio precedente, passando da € 93,67 milioni ad € 95,51 milioni.

6. Sintesi dei dati.
Non vi è dubbio che il Bilancio della Lazio presenta risultati finali molto migliori di quelli del-le altre società quotate resi noti in questi giorni. Ricordiamo ad esempio che, nell’esercizio chiuso al 30 giugno 2012, la Juventus ha perso € 48,7 milioni, dopo averne persi 95,4 mi-lioni nell’esercizio precedente.
Tuttavia va tenuto presente che il risultato di leggero utile dichiarato dalla Lazio nel suo Bi-lancio separato è fortemente influenzato positivamente da oltre € 10 milioni di plusvalenze e da un contributo positivo della fiscalità di oltre € 9 milioni.
Considerando il Bilancio consolidato si rileva la seguente ripartizione dei ricavi:
– diritti TV, radio e media, sponsorizzazioni e pubblicità € 68,29 milioni (€ 63,17 milioni nell’esercizio precedente);
– proventi da gestione calciatori € 14,36 milioni (€ 18,70 milioni nell’esercizio preceden-te);
– ricavi da gare € 9,55 milioni (€ 8,21 milioni nell’esercizio precedente);
– altri ricavi € 2,72 milioni (€ 2,25 milioni nell’esercizio precedente);
– ricavi da merchandising € 1,22 milioni (€ 1,37 milioni nell’esercizio precedente).
Percentualmente aumenta ancora la dipendenza del bilancio della Lazio dai diritti radio-televisivi, sponsorizzazioni e pubblicità che salgono dal 67,42% dello scorso esercizio al 71,49% dell’esercizio 2011-2012; i ricavi da gare (biglietti e abbonamenti) rappresentano il 10% del totale ricavi (8,76% nell’esercizio precedente); le plusvalenze incidono per il 15,03% del totale ricavi (quasi 20% nell’esercizio precedente).

7. Via Valenziani.
Il comunicato stampa conferma l’avvenuta acquisizione il 28 giugno 2012 del residuo 51% della partecipata (già posseduta al 49%) Cirio Lazio Immobiliare Srl per un valore di € 3 milioni. La società ha come unica attività la gestione di un immobile sito a Roma, in Valen-ziani, del valore di € 21,90 milioni, attualmente in leasing con scadenza novembre 2012. Come noto il palazzo è quello della storica sede del Gruppo Cirio di Sergio Cragnotti. Nel Bilancio separato la partecipazione nella Cirio Lazio Immobiliare Srl è esposta per € 13,66 milioni, contro € 7,21 milioni dell’esercizio precedente; risulterebbe pertanto che sul valore della partecipazione, oltre al prezzo pagato per € 3 milioni siano stati capitalizzati ulteriori € 4 milioni circa.
Il Bilancio consolidato incrementa il valore di terreni e fabbricati di circa € 21 milioni, corri-spondenti al fair value dell’immobile della Cirio Lazio Immobiliare Srl.
È significativo che nel Bilancio separato il valore della partecipazione nella Cirio Lazio Im-mobiliare Srl è esposto tra le attività non correnti destinate alla vendita, il che induce a ri-tenere che la Lazio non intenda mantenere la società e l’immobile nell’ambito del Gruppo ma voglia più probabilmente cederlo per realizzare una significativa plusvalenza. Ritorne-remo sull’argomento una volta che saranno resi disponibili la Relazione sulla gestione e la Nota Integrativa al Bilancio.

8. Altre informazioni.
Il comunicato stampa informa che il valore dei diritti alle prestazioni sportive dei tesserati (valore del patrimonio giocatori) ammonta ad € 47,08 milioni (€ 51,46 milioni al 30 giugno 2011). Il comunicato non fornisce l’elenco dei calciatori inclusi nel predetto importo.
Il documento pubblicato segnala che gli acquisti dell’esercizio 2011-2012 hanno riguardato i giocatori Marchetti, proveniente dal Cagliari, costato € 5,20 milioni, Cisse, proveniente dal Panathinaikos, costato € 5 milioni, Konko, proveniente dal Genoa, costato € 4 milioni, Lu-lic, proveniente dallo Young Boys, costato € 3,25 milioni, Stankevicious, proveniente dalla Sampdoria, costato € 0,8 milioni; nessun costo risulta sostenuto per l’acquisizione di Klose e di Cana. Nessuna indicazione è fornita sull’acquisizione di Alfaro.
Successivamente al 30 giugno 2012 sono stati acquistati due giocatori a titolo definitivo per un costo complessivo di € 1,50 milioni e un giocatore a titolo temporaneo e gratuito, mentre due giocatori sono stati ceduti a titolo temporaneo con diritto di riscatto ed un gio-catore è stato svincolato.
Il comunicato stampa precisa inoltre che:
– dalla stagione 2012-2013 alla stagione 2016-2017 il nuovo sponsor tecnico sarà la Ma-cron SpA per un introito fisso complessivo di € 14 milioni, oltre ad eventuali premi legati al raggiungimento di vari obiettivi sportivi;
– dal 19 luglio 2012 è stato aperto un nuovo punto vendita Lazio Style 1900 in Piazza Talenti 16, Roma;
– dal 2 settembre 2012 è attivo Lazio Style Channel, il primo canale tematico biancoce-leste in onda in esclusiva sul Canale 233 di Sky.

28 settembre 2012

Paolo Lenzi

 

 

Cittaceleste.it – Fonte: laziofamily.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy