Bollini: ‘Onazi mi ha ringraziato’

Bollini: ‘Onazi mi ha ringraziato’

Roma – Lunga pausa, molto lavoro in campo internazionale, e la baby Lazio non si ferma mai. Cataldi con l’Under 19, Vilkaitis con l’Under 21 lituana, Strakosha e Bilali con l’U19 dell’Albania. In giro per l’Europa molti elementi del gruppo di Alberto Bollini hanno mostrato i muscoli, eccome. Rinviata la…

Roma – Lunga pausa, molto lavoro in campo internazionale, e la baby Lazio non si ferma mai. Cataldi con l’Under 19, Vilkaitis con l’Under 21 lituana, Strakosha e Bilali con l’U19 dell’Albania. In giro per l’Europa molti elementi del gruppo di Alberto Bollini hanno mostrato i muscoli, eccome. Rinviata la sfida di campionato contro il Napoli, scontro al vertice, l’allenatore biancoceleste commenta però il lungo periodo di sfaldamento tra gli elementi: «A livello di ritmo fisico, non sono preoccupato, non perderemo il ritmo di gara anche perché abbiamo fatto un ottimo lavoro fisico, soprattutto a livello individuale, differenziando chi doveva rifiatare, e chi magari ha giocato un po meno. Io sono sempre per la continuità, ma come non giochiamo noi non lo fanno in tanti nel nostro girone». Infatti la rumba ricomincerà il 20 ottobre, sabato prossimo, contro il Lanciano. In trasferta. «Poco importa – ha commentato il tecnico – giochi fuori e poi in casa, quando hai un’identità non cambia. Il pubblico ci segue sempre numeroso, e questo è un valore aggiunto». Anche perché lo spirito di squadra non si perde, nemmeno con una sosta lunga così: «Ma no – ha detto Bollini – lo spirito è sempre lo stesso. L’allenamento va avanti con grande serenità e serietà». Rozzi è rimasto a casa dal giro azzurro per via dell’infortunio al setto nasale, ma gli altri nazionali fanno piacere. «A volte vinci tornei, campionati, coppe, ma queste convocazioni sono le soddisfazioni che un allenatore può condividere con la squadra, lo staff e la società. Il caso più eclatante è stato quello di Onazi. Si è venuto a sedere in panchina a vedere l’allenamento della Primavera, mi ha detto di essere stato convocato nella Nazionale maggiore, e mi ha ringraziato». Da chi c’era a chi c’è a chi ci sarà. Loro: Antic, Keita e Tounkara. «Ieri hanno giocato ad Aprilia, si sono comportati bene, sto aspettando la nostra segreteria, che si sta dando tanto da fare per questi famosi tesseramenti, credo che i tempi siano maturi»

Fonte: Infopress – CdS

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy