CALCIO MARCIO / Archiviata Genoa-Samp. Criscito prosciolto!

CALCIO MARCIO / Archiviata Genoa-Samp. Criscito prosciolto!

Il derby Genoa-Sampdoria giocato l’8 maggio 2011 e vinto 2-1 dai rossoblù non fu oggetto di combine: questa la convinzione del pubblico ministero della Procura di Genova Biagio Mazzeo, che ha chiesto l’archiviazione per gli indagati Domenico Criscito, Omar Milanetto, Dario Dainelli e Rodrigo Palacio. Il caso era nato a…

Il derby Genoa-Sampdoria giocato l’8 maggio 2011 e vinto 2-1 dai rossoblù non fu oggetto di combine: questa la convinzione del pubblico ministero della Procura di Genova Biagio Mazzeo, che ha chiesto l’archiviazione per gli indagati Domenico Criscito, Omar Milanetto, Dario Dainelli e Rodrigo Palacio. Il caso era nato a Cremona per un’intercettazione telefonica in cui il capo ultrà del Genoa Massimo Leopizzi parlava della presunta combine del derby, con un’altrettanto presunta colletta fatta dai giocatori della Sampdoria per comprare la vittoria. Dopo aver ascoltato i giocatori del Genoa e aver incassato le smentite del capitano rossoblù Marco Rossi e dall’ex doriano Luciano Zauri, Mazzeo ha deciso di archiviare il caso. Ora si attende la decisione finale del giudice, ma per Criscito rimane la beffa dell’esclusione dalla Nazionale in partenza per l’Europeo: «La rabbia non può scomparire – ha confessato il terzino dello Zenit San Pietroburgo – ma sono contento e non stupito per la notizia dell’archiviazione. È stata fatta giustizia». Nel frattempo a Roma si delineano le prossime tappe del calcioscommesse. La prima riguarderà Antonio Conte, che conoscerà il proprio destino il prossimo 21 settembre. Alle 12 l’allenatore della Juventus comparirà davanti al Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport, poche ore dopo conoscerà il verdetto definitivo: si parte da 10 mesi di squalifica, ma Conte spera in uno sconto consistente. Registrati i patteggiamenti degli ex calciatori del Grosseto Acerbis e Joelson – due anni e 6 mesi di squalifica a testa, mentre le posizioni di Bertani, Pellicori e Turati (anch’esse stralciate lo scorso 31 maggio nel primo processo stagionale) verranno discusse il 26 settembre – la Procura federale guarda avanti, al quarto procedimento dell’anno previsto in ottobre. A giudizio andranno Napoli, Genoa, Lecce e Lazio con i rispettivi tesserati, tra cui Stefano Mauri: gli avvocati del biancoceleste stanno raccogliendo nuovi documenti per provare l’estraneità del proprio assistito, ma dovranno rinunciare alla pronuncia della Cassazione – fissata per l’11 dicembre – sulla mancata presa di posizione del Tribunale del Riesame in merito alla carcerazione di Mauri.

Fonte: Il Tempo – Dan. Pal.

Rob.Mac. – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy