Calciomercato: Crisi apparente?

Calciomercato: Crisi apparente?

Roma – La crisi economica, a dispetto di quanto sembrerebbe all’apparenza, non ha certo bloccato la giostra del calcio. Anzi, i numeri contrastano e raccontano una realtà ben diversa. Il movimento calcistico italiano infatti, è in cima alla lista per numero di trasferimenti effettuati sia in entrata che in uscita,…

Roma – La crisi economica, a dispetto di quanto sembrerebbe all’apparenza, non ha certo bloccato la giostra del calcio. Anzi, i numeri contrastano e raccontano una realtà ben diversa. Il movimento calcistico italiano infatti, è in cima alla lista per numero di trasferimenti effettuati sia in entrata che in uscita, con quasi 700 acquisti totali effettuati e circa 500 cessioni. Oltretutto la Serie A vanta un saldo positivo di poco meno di 15 milioni di Euro, mentre anche la statistica della Serie B fa rabbrividire le altre serie cadette europee. Numeri stratosferisci, se si pensa che altri massimi campionati come quello tedesco, inglese, spagnolo o francese, a stento superano le 400 operazioni complessive. Se togliessimo i soldi delle cessioni di Thiago Silva, Ibrahimovic e Lavezzi, ci scopriremmo meno poveri e più spendaccioni di quello che invece sembra. In questo contesto certo, la Lazio appare l’eccezione che fa la regola, avendo ceduto poco e acquistato meno. In questa sessione estiva, fin ora la maggiore nostrana, ha fatto registrare entrate per un valore di 304 milioni di Euro, a fronte di una spesa di 291 milioni, seconda solo alla Premier che fin ora ha investito ben 350 milioni, facendone rientrare neanche la metà. Insomma in Italia i movimenti di mercato ci sono, eccome. La liquidità e il potere d’acquisto non saranno forse ai massimi storici, c’è l’anomalia dei grandi club, come Milan e Inter, che hanno bisogno di rimettere i conti a posto, ma per il resto i denari non mancano. Basta solo utilizzarli al meglio, con le giuste idee.

Francesco Pagliaro – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy