CHINAGLIA DAY – La conferenza di Wilson e Oddi

CHINAGLIA DAY – La conferenza di Wilson e Oddi

di FRANCESCA CUCCUINI Roma – Al Circolo Canottieri Lazio, Wilson e Oddi, hanno deciso di tenere una conferenza stampa dedicata al loro ex ed indimenticato compagno di squadra Giorgio Chinaglia. La salma di Long John, per la gioia dei tifosi laziali che continuano a ricordarlo, è pronta a tornare in…

di FRANCESCA CUCCUINI

Roma – Al Circolo Canottieri Lazio, Wilson e Oddi, hanno deciso di tenere una conferenza stampa dedicata al loro ex ed indimenticato compagno di squadra Giorgio Chinaglia. La salma di Long John, per la gioia dei tifosi laziali che continuano a ricordarlo, è pronta a tornare in Italia. Precisamente nella capitale che ha incantato per svariato tempo quando indossava la maglia della Lazio.

 

Ecco le parole degli ex campioni laziali tardano ad arrivare a causa dei brevi colloqui con i vari giornalisti presenti: al centro delle “chiacchierate” c’è il ricordo di Giorgio e di mister Maestrelli che lo attende proprio come loro.

Arrivano i primi partecipanti e la sala inizia a riempirsi: tutti vengono accolti da Wilson e Oddi che fanno gli onori di casa.

Presente anche il presidente Antonio Buccioni che siede al tavolo della conferenza con Pino Wilson e Giancarlo Oddi.

Alle 12.30 è tutto pronto e inizia l’attesa conferenza:

La parola passa subito al presidente del circolo che invita pubblicamente i campioni del ’74 a far loro questo luogo che viene considerato tempio della lazialità. Prende il microfono Buccioni: “Non siamo qui per una festa o un evento gioioso perché avremmo tutti voluto evitare di essere qui per le motivazioni che ci hanno portato. Giorgio ci sarebbe piaciuto averlo ancora tra noi. Ma è un evento serio che va preso con la consapevolezza che ovunque sia Giorgio sia contento di essere ospitato definitivamente nella sua e soprattutto nella cappella della famiglia Maestrelli. Inoltre il caso vuole che sia situata a meno di un chilometro dal luogo che ospita Gabriele Sandri. I ragazzi del 74, poi, a me ricordano degli eroi storici”. Antonio Buccioni chiude il suo intervento consegnando lo stemma del circolo al capitano Pino Wilson.

L’ex capitano conferma: “E’ vero: non è evento gioioso. Però qualcosa di positivo c’è: adesso volendo rivivere le gioie del ’74 basterà arrivare a Prima Porta accanto al nostro capo spirituale: Tommaso Maestrelli. Abbiamo sofferto ma siamo riusciti a realizzare tutto ciò riuscendo anche a mantenere tutto segreto. Volevamo stare accanto a chi c’è sempre stato con noi, in segno di amicizia. Avremmo voluto unire l’evento di Giorgio a quello di Piola ma quello di Silvio era qualcosa di gioioso rispetto a questo. Inizierei ricordando la figura di Giorgio che, non me ne voglia Bruno, è stato il più grande attaccante della nostra storia. Quella squadra ha reso famosa la storia biancoceleste: ed è ancora profondo il senso dell’amicizia che lega tutti noi”.

La parola passa a Giancarlo Oddi: “Io volevo ringraziare anche Massimo Maestrelli che è stato un po l’artefice di ciò. Quando l’ha proposto non mi è sembrata una cosa semplice. Ma ce l’abbiamo fatta e ora non sembra vero. Io Giorgio l’ho sentito nel periodo più buio che ha avuto. Mi chiamò telefonicamente quando non era più giocatore né presidente e cercai di convincerlo a tornare. E’ stato abbandonato per un lungo periodo. Non volle venire…e ora dobbiamo accontentarci di riabbracciarlo così”.

 

Intanto Pino Wilson svela: “Nel 2014, avvisiamo la stampa, che allo stadio Olimpico ci prenderemo un giorno per ricordare il nostro scudetto a distanza di 40 anni. Poi non prendetemi in giro ma non sto parlando da capitano: da più vecchio del gruppo”.

 

Oddi chiude la conferenza con le ultime direttive: “La salma di Giorgio arriverà in Italia domenica mattina. Lunedì mattina – dalle 11 – aprirà la camera ardente presso la chiesa Cristo Re di viale Mazzini, dove verrà esposta fino alle 15.00 quando inizierà la cerimonia funebre in suo ricordo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy