CITTACELESTE TV – Durante: “Anderson non sarà titolare”

CITTACELESTE TV – Durante: “Anderson non sarà titolare”

ROMA – Durante la seconda puntata di Lazio Sera è intervenuto il grande esperto di calcio sud-americano Sabatino Durante. Con lui sono stati affrontato vari temi legati ad alcuni giocatori della Lazio dati per partenti e ad alcuni che sembrano dover arrivare a Formello.Cosa pensa di Hernanes?“Domanda retorica no? Grande…

ROMA – Durante la seconda puntata di Lazio Sera è intervenuto il grande esperto di calcio sud-americano Sabatino Durante. Con lui sono stati affrontato vari temi legati ad alcuni giocatori della Lazio dati per partenti e ad alcuni che sembrano dover arrivare a Formello.

Cosa pensa di Hernanes?
“Domanda retorica no? Grande stima sia per la persona che per il giocatore. Tutto è nato alcuni anni fa, lui era al Santos e un giornalista brasiliano mi chiese chi era il giocatore che mi avesse impressionato e io dissi “Hernanes, lui rimase colpito”.

Ora è un punto di riferimento anche per la Nazionale.
“Si, ma lo sapevo. Lo avevo detto anche a lui. Era un giocatore nel cuore e nelle idee di Scolari, quando allenava il Palmeras mi aveva parlato del giocatore che ha poi sempre stimato”.

Ma rimane alla Lazio?
“Io ho parlato recentemente con lui e mi sembra che a Roma stia benissimo e per me il ciclo di Hernanes alla Lazio non è chiuso. Forse senza Europa sarebbe stato diverso. Ma credo non è arrivato il momento di partire per lui. Il sogno del brasiliano lo sappiamo è giocare inPremier League ma quel momento non è arrivato”.

E se quel momento arrivasse nel 2015 a parametro zero?
“Questi sono argomenti che non competono a me ma a Lotito e Tare. Per me quest’estate non parte”.

Su Anderson?
“A me lui è sempre piaciuto. La Lazio aveva chiuso poi alla fine ci sono stati problemi con il fondo inglese. In Brasile possono esistere queste situazioni che in qualche modo permettono la sopravvivenza del calcio brasiliano, ma se i privati possono entrare nelle questioni dei club decino anche sul loro destino. Non credo però che valga i 7/8 milioni che chiedono. E’ un giocatore che va dosato e fra un anno due potrebbe diventare grande. Ora non è uno che fa la differenza, non è sbocciato definitivamente nemmeno nel Santos che è un club che lavora molto bene con i giovani. La cifra richiesta penso sia abbastanza alta. Non penso sia un giocatore che in questa Lazio giocherebbe titolare”.

Chi proporresti alla Lazio oggi?
“L’ho già fatto in separata sede e non dico qui i nomi. Mi sento ogni tanto con Tare e ci si confronta. Lui capisce di calcio e con il budget che ha la Lazio lui ha fatto molto bene in questi anni. Ci siamo parlati, ho fato le mie proposte e vedremo quello che verrà fuori”.

Ha dato una bella stangata a Anderson.
“No, ho detto che è un buon giocatore. Ma un giocatore che non è titolare nel Santos è difficile che giochi in una squadra importante come la Lazio. La Lazio fino ad un certo punto ha giocato un calcio molto importante, poi per vari motivi è calata. Riprendendosi un po’ alla fine, magari l’aria di Norcia l’ha ritirata su. Pensare che un ragazzino del genere arrivi alla Lazio e faccia cose straordinarie penso sia un’utopia”.

Che difensore è Rodolfo?
“Ricorda vagamente Dias, molto forte fisicamente. Non è forte come Dias. Molto forte di testa, non velocissimo. Insomma un buon giocatore. Però è extracomunitario e penso che il posto è già stato occupato da Perea no? Sulla questione extracomunitari poi c’è stata molta confusione, cambiamenti di regole molto frequenti. Fu poi uno di questi cambiamenti che permise alla Lazio di prendere Hernanes che altrimenti sarebbe stato un giocatore dell’Inter”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy