Salerno colonia biancoceleste

Salerno colonia biancoceleste

Roma – La sinergia tra Lazio e Salernitana, squadra di Lega Pro 2° divisione di proprietà del duo Lotito-Mezzaroma, ha infine portato i suoi frutti, che i tifosi granata auspicano possano maturare in fretta. Sì perchè, quello che si è verificato in questa sessione di mercato, è stato un vero…

Roma – La sinergia tra Lazio e Salernitana, squadra di Lega Pro 2° divisione di proprietà del duo Lotito-Mezzaroma, ha infine portato i suoi frutti, che i tifosi granata auspicano possano maturare in fretta. Sì perchè, quello che si è verificato in questa sessione di mercato, è stato un vero e proprio esodo di giovani biancocelesti. In tutto sono stati nove gli elementi che sono andati a rafforzare il team del cavalluccio agli ordnini di mister Galderisi: quattro difensori, tre centrocampisti ed un attaccante. Tre di questi, gli attaccanti Sani Emmanuel e Salim Denè, nonchè il regista Enrico Zampa, provengono dall’ultima fortunata selezione di Alberto Bollini, vice campione d’Italia nella stagione passata. Folta presenza del gruppo dei ’90, reduci due anni di esperienza nelle serie minori, con Ricci, Perpetuini, Tuia e Luciani, ex-compagni di squadra nell’ultima Primavera allenata dall’ex-tecnico Sesena. Infine Sayi Adeleke e Giuseppe Capua, rispettivamente nati nel ’91 e ’92, chiudono un cerchio iniziato l’anno scorso, con gli arrivi in campania del portiere Iannarilli e il centrocampista Mancini. A Salerno più che di linea verde, si potrebbe parlare di linea biancoceleste, con l’ambizione di tracciare il cammino dritto verso la promozione in 1° divisione, per poi tornare a sognare la Serie B. Una piazza come questa, con un tifoseria così calda e numerosa, sembra il nido ideale da dove questi aquilotti potrebbero spiccare definitivamente il volo.

 

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy