Le parole di Petko e Candreva..

Le parole di Petko e Candreva..

FORMELLO – Ci siamo. La prima sfida europea allo stadio Olimpico, nella fase a gironi di Europa League, è alle porte. Di fronte alla squadra biancoceleste il Maribor 1° in classifica nel campionato sloveno, imbattuto da 16 gare, che all’esordio ha vinto 3-0 contro il Panathinaikos La Lazio invece è…

FORMELLO – Ci siamo. La prima sfida europea allo stadio Olimpico, nella fase a gironi di Europa League, è alle porte. Di fronte alla squadra biancoceleste il Maribor 1° in classifica nel campionato sloveno, imbattuto da 16 gare, che all’esordio ha vinto 3-0 contro il Panathinaikos La Lazio invece è reduce dal pareggio esterno del White Hart Lane, teatro della sfida con il Tottenham di Villa Boas, un buon risultato il cui valore dovrà necessariamente passare per una vittoria nella gara di domani sera. Il mister Petkovic, in compagnia di un tesserato biancoceleste, presenterà la gara nella tipica conferenza pre-partita.

PETKOVIC:

Alla luce del risultato del maribor con i greci, sarà una sfida importante?

Sicuramente importante e significativa. loro hanno vinto giocando bene con un risultato chiaro. Nei preliminari hanno fatto una bella figura, sarà una gara difficile

Una competizione su cui puntare al massimo?

Si deve giocare, si lavora un anno per arrivare in Europa, è arrivata l’EuroLEague invece della Champions, ma sarebbe stupido lavorare per un traguardo e lasciarlo perdere

Cambi per domani?

Tutti i giocatori si allenano per giocare e dimostrare il loro valore, io mi aspetto che quelli che giocaheranno domani valgono di più di quelli che giocano sempre e rovesciare le gerearchie?

Lazio stanca dopo questo ciclo di partite?

Normale che anche la nostra squadra subisca tutte queste partite, ma non è l’unica. Anche il napli  a Genova l’ho visto poco brillante, serve testa e concentrazione per superare questi momenti

Potrebbe essere l’occasione giusta come per tutti gli altri

Quanto conta il carattere per il proseguio della stagione?

Per me l atesta conta tantissimo, in ogni partita ci sono momenti di ficcioltà, lì è importantissimo il fattore mentale. Forse su questo punto siamo un pò calati, ma per fortuna abbiamo ripreso la marcia. Bisogna avere sempre tanta fame e dimostrarlo sul capo.

Klose potrà essere decisivo domani?

Lui è importantissimo, tante volte la squadra l’ha trascinato. Per me il gruppo però, è più importante dei singoli

Che partita si aspetta?

Già da anni son i primo del campionato sloveno, ma la cosa più importante è fare attenzione al fatto che abbiano fatto una bella figura contro squadre da champions League. hanno diversi giocatori giovani e di qualità, sicuramente oggi faremo una video analini con la squadra, per non sottovalutarli e far valere il nostro nome in casa nostra

Cambierà l’assetto tattico?

Dovrebbe essere un pò variabile, perchè bisognerà sfruttare le caratteristiche di chi giocherà. Ho bisogno di segnali da quei giocatori che fin ora hanno giocato poco, per infortunio o altro. Da loro mi aspetto una pronta rispota per dare tutto e vincere domani.

C’è traffico in avanti?

Abbiamo diversi attaccanti e ne cercavamo un altro, ma in campo devono scendere in 11. Abbiamo tanti giocatori offensivi, ho cercato di girarli e forse domani qualcun’altro la riceverà

Ciani verrà rilanciato?

Radu è ancora fuori, Stankevicus non è pronto. Domani potrebbe toccare a lui per riscattarsi dopo Napoli, mentre col Genoa aveva fatto bene

Inter e Napoli giocano l’Europa con le riserve. Come spiega la sua scelta opposta, può essere rischiosa?

Il rischio non si può prevedere, dobbiamo aspettare il passare delle partite. Ma io prende sempre rischi calcolati, cercando di rinfrescare la squadra in Europa e poi pensare al campionato.

 

CANDREVA:

Contro il Maribor crocevia europeo?

Sono tutte importante le partite, abbiamo fatto un sacrificio l’anno scoroso per conquistare la qualificazione europea. Sappiamo che affronbteremo una partita dura e siamo pronti

Sembri uno dei più informa, fin da quando sei arrivato..

Mi sento bene, spero di continuare io con la squadra. Siamo partito con il piede giusto, speriamo di continuare a fare quanto di buono fatto al Londra.

Speri nella convocazione di Prandelli?

“Uno ci spera sempre. E’ una maglia che pesa, importante. L’importante è far bene qui e migliorare, serve continuità per conquistarla”.

Il tuo momento migliore dal punto di vista tattico?

“Mi sento più maturo, sono contento del ruolo che sto ricoprendo, mi piace e spero di continuare così”.

L’anno scorso inizio difficile, qual’è stata la molla che ti ha rilanciato?

“Il primo mese neanche io mi riconsocevo. La molla mi è scattata col Napoli in casa, spero di non fermarmi più. Sper di farlo tutti insieme con il gruppo. perchè sono i risultati di suadra a portare quelli personali”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy