CURIOSILAZIO – Il pilota che “porta” gli striscioni in cielo: “Sono della Juventus!”

CURIOSILAZIO – Il pilota che “porta” gli striscioni in cielo: “Sono della Juventus!”

Ecco l’intervista a Romatoday.it del pilota d’aerei che ha portato nei cieli gli striscioni di Laziali e Romanisti sopra l’Olimpico: Massimo, raccontaci com’è cominciata questa storia? “Tutto è incominciato dopo la vittoria in Coppa Italia della Lazio. L’idea è stata di un gruppo di tifosi biancocelesti che hanno scelto un…

Ecco l’intervista a Romatoday.it del pilota d’aerei che ha portato nei cieli gli striscioni di Laziali e Romanisti sopra l’Olimpico:

Massimo, raccontaci com’è cominciata questa storia?
“Tutto è incominciato dopo la vittoria in Coppa Italia della Lazio. L’idea è stata di un gruppo di tifosi biancocelesti che hanno scelto un modo originale per ‘punzecchiare’ i rivali di sempre”.

Quanto hanno speso le tifoserie per gli sfottò volanti?
“Considerando che il costo di questo tipo di operazione si misura per complessità del messaggio e soprattutto lunghezza della tratta, posso dirvi che i due aerei che hanno sorvolato l’Olimpico in occasione della Supercoppa Italiana tra Juve e Lazio e durante l’Open Day della Roma, non sono costati più di 700 euro. Diverso è il discorso per quelli con cui abbiamo sorvolato i litorali: lì le tratte sono state più lunghe e quindi il costo è andato ampiamente oltre i 1000 euro”.

In molti vedendo sorvolare lo stadio dal tuo aereo si sono chiesti se tutto ciò stesse avvenendo nel pieno rispetto delle regole. Come funzionano i permessi?
“La spazio aereo dello stadio è liberamente sorvolabile e non è soggetta ad alcun tipo di restrizione. A dire il vero, la quasi totalità dei cieli capitolini possono essere sorvolati con l’autorizzazione dell’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile ndr). Soltanto il centro storico di Roma, nella zona chiamata R-19, non è sorvolabile da bimotori”.

Nella tua carriera di pilota, che tipo di messaggio sei solito recapitare? Qual’è stato il più bizzarro?
“Di solito traino dichiarazioni d’amore o proposte di matrimonio, ma devo ammettere che ‘A me il mare rilassa, ma te quando te passa’ mi ha fatto davvero sorridere”.

Svelaci una curiosità: ma tu, da che parte stai calcisticamente parlando?
“In tutta questa faccenda, sono orgoglioso di potermi definire super partes in quanto sono un gran tifoso juventino”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy