CURIOSILAZIO – WWE: Wade Barrett, ‘calciofilo’ grazie a Gazza..

CURIOSILAZIO – WWE: Wade Barrett, ‘calciofilo’ grazie a Gazza..

ROMA – A quasi un mese di distanza da Wrestlemania, l’evento più importante dell’anno per il mondo del wrestling, la Wwe ha fatto tappa in Italia durante il lungo e consueto tour europeo di aprile che ha permesso ai tantissimi fans del Vecchio Continente di ammirare e seguire da vicino…

ROMA – A quasi un mese di distanza da Wrestlemania, l’evento più importante dell’anno per il mondo del wrestling, la Wwe ha fatto tappa in Italia durante il lungo e consueto tour europeo di aprile che ha permesso ai tantissimi fans del Vecchio Continente di ammirare e seguire da vicino le superstars più famose del pianeta. Migliaia di chilometri percorsi e venti spettacoli in altrettante città non hanno sfiancato la resistenza degli atleti, che anche a Bologna e Trieste hanno dato vita ad eventi di buon livello per la gioia degli appassionati di tutte le età. Alla Unipol Arena di Casalecchio, infatti, il pubblico italiano, che ha riempito l’arena per un sorprendente tutto esaurito, era suddiviso in famiglie con bambini, tifosi sfegatati degli assenti John Cena e Rey Mysterio, e adulti amanti della vecchia generazione, rimasti fedeli agli spettacoli proposti dalla federazione più longeva e importante al mondo. Quella stessa Wwe capace di guadagnare, grazie alla recente Wrestlemania 29, la bellezza di 72 milioni di dollari tra biglietti e pay per view venduti, eventi promozionali e introiti pubblicitari. In Italia, dove il wrestling mantiene un discreto seguito dopo i grandi successi degli anni scorsi, è rimasta una buona fetta di mercato che la Wwe non vuole lasciarsi sfuggire. A testimoniare l’attesa per l’evento felsineo la nutrita folla di appassionati fuori dall’albergo cittadino che ospita atleti, dirigenti e staff tecnico (un centinaio di persone in tutto) per ottenere una foto o un autografo da conservare come un cimelio. E’ poco il tempo a disposizione tra una tappa e l’altra, anche per le interviste programmate a due superstars che negli Stati Uniti hanno trovato fama e successi come Sheamus e Wade Barrett. Quest’ultimo, parlando ai microfoni di TgCom24, ha svelato le sue passioni, fra le quali, spicca anche quella legata al calcio nata grazie ad un big, della storia biancoceleste: “Adoro il vostro campionato, anche se sono tifoso del Preston. I miei primi ricordi sono legati a Paul Gascoigne, un calciatore di assoluto livello molto famoso in Gran Bretagna che ha giocato nella Lazio. Ricordo il Mondiale 1990 disputato in Italia, la semifinale persa con la Germania e le partite della Nazionale italiana con Baggio e Schillaci, fantastici. Attualmente avete squadre fortissime come Inter, Milan, Juventus, Roma anche se in Europa fanno fatica così come le inglesi a favore di spagnole e tedesche. Spero che il prossimo anno ci sia la rivincita!”.

Cittaceleste.it


0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy