Dal bilancio della Lazio spuntano 600mila euro per la Salernitana..

Dal bilancio della Lazio spuntano 600mila euro per la Salernitana..

Che i rapporti tra “sorelle”, così come ama definirle patron Lotito, siano intensi e destinati ad infittirsi sempre di più è cosa risaputa. Lazio e Salernitana, due universi lontani nella geografia dell’universo pallonaro ma accomunati dal vulcanico patron Claudio Lotito, fiero detentore della maggioranza del pacchetto azionario del sodalizio biancoceleste…

Che i rapporti tra “sorelle”, così come ama definirle patron Lotito, siano intensi e destinati ad infittirsi sempre di più è cosa risaputa. Lazio e Salernitana, due universi lontani nella geografia dell’universo pallonaro ma accomunati dal vulcanico patron Claudio Lotito, fiero detentore della maggioranza del pacchetto azionario del sodalizio biancoceleste e della co-proprietà di quello granata insieme al cognato. Fin dagli esordi, il numero uno delle Aquile ha provato a trapiantare a Salerno il “modello Lazio” e la presenza nell’organigramma di diverse figure da anni punto di riferimento della Lazio ne è esempio lampante. Sinergie e rapporti che s’intrecciano fino ad arrivare nei labirinti contabili. Società quotata in borsa, la Lazio ha da poco depositato il bilancio al 30 giugno 2012, facilmente reperibile attraverso il portale ufficiale biancoceleste. Esercizio chiuso con un risultato globale più che positivo, un utile di oltre quattro milioni di euro (4.221.554, per la precisione): merce rara nell’indebitatissimo panorama calcistico nazionale, perennemente in rosso. Una costante, invece, per le casse laziali gestite da Lotito, talvolta accusato di eccessiva parsimonia dai sostenitori biancocelesti. Tornando al lato contabile, balza immediatamente agli occhi un dato: la Lazio ha sostenuto costi per 600mila euro per servizi forniti dalla US Salernitana. Nel paragrafo relativo ai “rapporti con parti correlate” le motivazioni: “Costo complessivo di Euro 600 migliaia principalmente per l’utilizzo dei diritti di seguito elencati, nell’ambito della business unit di gestione e valorizzazione di diritti commerciali, pubblicitari e di sponsorizzazione: diritti Promopubblicitari;  diritti di “Naming” dello Stadio;  Diritti Villaggi Estivi; Diritti di Trasmissione Wireless;  Diritti di Trasmissione Partite Amichevoli del Club;  Diritti “Club Community”;  Diritti “Salerno Channel”; Diritti Partite Amichevoli in territori Esteri; Diritti Commerciali in Territori Esteri; Diritti di Commercializzazione dell’Archivio delle Partite”. In sostanza la Salernitana ha emesso fattura, per complessivi 600mila euro, per tali diritti venduti alla Lazio. Tradotto in parole ancora più semplici, 600mila euro di ricavi per la Salernitana a parziale copertura dei costi di gestione della scorsa stagione e 600mila euro di costi per la Lazio ad abbattere l’utile civile e fiscale dello stesso periodo d’imposta. Ulteriore verifica andrà fatta sul bilancio della US Salernitana: entro fine mese l’approvazione, per il 30 novembre l’obbligo di deposito in Camera di Commercio (salvo proroghe).

Fonte: Resport.it

Rob.Ma. – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy