LE VOCI – Dalle minacce al rinnovo Floccari: “Grande Lazio”

LE VOCI – Dalle minacce al rinnovo Floccari: “Grande Lazio”

ROMA – Questa vita lo è: “Grazie di averci regalato un sogno”, la targa affissa a Formello dal club San Lorenzo. Ringrazia, Floccari: “Le ultime ore sono state ricche di emozioni – spiega a Lazio Style – e ce le stiamo ancora godendo. Ci siamo fatti trovare pronti all’appuntamento e…

ROMA – Questa vita lo è: “Grazie di averci regalato un sogno”, la targa affissa a Formello dal club San Lorenzo. Ringrazia, Floccari: “Le ultime ore sono state ricche di emozioni – spiega a Lazio Style – e ce le stiamo ancora godendo. Ci siamo fatti trovare pronti all’appuntamento e siamo entrati nella storia. Gli ultimi secondi del derby sono stati duri, non ce la facevo neppure a rimanere fermo in panchina. I miei compagni però sono rimasti lucidi, hanno gestito bene il finale, senza soffrire. Abbiamo disputato una grande partita, ha vinto il migliore, la Lazio”. In alto i calici, questa stracittadina è una sbronza, lenisce ogni ferita: “E’ una grande soddisfazione, in particolare per me che qualche derby fa, dall’altra parte, ho subìto qualche ironia (dopo il rigore sbagliato in una stracittadina di tre stagioni fa, ndr)”. Invece, c’è pure il suo zampino in questa Coppa Italia: “Lì per lì il mio gol alla Juve scatenò tanta gioia, ma prima del derby c’erano diversi tifosi che mi maledicevano per aver segnato (ride, ndr). Ora, però, posso dire che quella rete è servita a regalarci una gioia immensa”.

L’apoteosi di lazialità: “L’ambiente si è meritato questo successo, gestendo bene l’attesa, con l’ansia giusta. Tifosi e squadra hanno fatto un grande lavoro di gruppo. I laziali in realtà avevano già vinto prima del fischio d’inizio. Quello della Lazio è un pubblico maturo, sa soffrire e dimostra amore per la propria squadra, soprattutto nei momenti difficili. A loro devo dire grazie. Così come dico grazie ai miei compagni e alla società”. Alla faccia delle minacce giallorosse: Sergio era stato uno dei tre giocatori biancocelesti – insieme a Candreva e Marchetti – intimoriti al telefono alla vigilia. Adesso sbatte la cornetta: “Sapevamo quanto fosse importante questa partita, quanto fosse sentita e ora la soddisfazione è gigantesca. Siamo felicissimi, la dedichiamo alla gente laziale che ci è stata vicina fino all’ultimo”. A Norcia è iniziata la storia: “Abbiamo sfruttato quei giorni per produrre qualcosa di positivo, lì credo sia nata la vittoria”. E il futuro biancoceleste: Floccari l’accarezza, vuole restare a Formello, spinge per il rinnovo con spalmatura, già avviati i colloqui con Lotito. Con un trionfo così, nessuno può restare in silenzio.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy