CAOS DERBY – Verso la finale alle 17. E i biglietti?

CAOS DERBY – Verso la finale alle 17. E i biglietti?

ROMA – Il giudizio nelle mani della polizia. Nelle prossime ore verranno svelati tutti i dettagli della finale di Coppa Italia. L’attesa spasmodica è per quelli più delicati: orario, data e divisione dello stadio. Il 26 maggio dovrebbe rimanere il giorno prescelto, prende sempre più corpo l’idea di anticipare la…

ROMA – Il giudizio nelle mani della polizia. Nelle prossime ore verranno svelati tutti i dettagli della finale di Coppa Italia. L’attesa spasmodica è per quelli più delicati: orario, data e divisione dello stadio. Il 26 maggio dovrebbe rimanere il giorno prescelto, prende sempre più corpo l’idea di anticipare la partitissima alle 17 per monitorare, almeno al tramonto, afflusso e deflusso del pubblico. E’ ancora da capire se il prefetto accetterà le proposte di ripartizione degli spalti, concordate da Lazio e Roma, che dovranno anche sorteggiare a breve in Lega chi organizzerà l’evento. Ieri pomeriggio intanto al Coni una delegazione giallorossa e una biancoceleste hanno provato a impostare una ripartizione equa dell’Olimpico (poco più di 30mila biglietti a squadra): fatte salve le due curve, Tevere e Monte Mario a metà, con un settore cuscinetto in mezzo garantito da 1.500 biglietti di coppia (un romanista e un laziale). Questo è il desiderio, starà però al Prefetto esaudirlo. Ed è difficile che si lasci condizionare: “Ho mandato una lettera alla Lega di A e alle società romane: aspetto risposta e so che la prossima settimana si riuniranno per decidere. Sono certo che ci sarà buon senso da parte di tutti”. Questo il messaggio di Giuseppe Pecoraro: ”L’obiettivo – ha aggiunto – è creare sicurezza e fare in modo che la gara si svolga nella massima serenità”.

Si sta pensando pure di non emettere biglietti cartacei (su spinta del Ministero degli Interni, idea sostenuta anche dalla Lega Calcio): ciò significherebbe che, ad assistere alla finale, sarebbero solo gli abbonati di Lazio e Roma e i possessori della Tessera del Tifoso. Una scelta che taglierebbe fuori dall’evento tanti tifosi, già all’assalto dei botteghini: la richiesta di biglietti per il derby è il doppio dei tagliandi a disposizione. I cinesi hanno proposto un’altra soluzione: lo spostamento della finalissima Tim Cup a Pechino. Offerta declinata dai club capitolini: “E’ certo che si giocherà a Roma”, assicura Canigiani, direttore marketing della Lazio. Tutto il resto è un inquietante mistero.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy