Rozzi-gol in Nazionale: ‘Sono felice, spero..’

Rozzi-gol in Nazionale: ‘Sono felice, spero..’

CAVA DE’ TIRRENI – Dalle gioie con la Primavera, passando per quelle dell’esordio in prima squadra, per arrivare a quella con la maglia della Nazionale italiana. La crescita di Antonio Rozzi, gioiellino del settore giovanile biancoceleste, va avanti inesorabile. Convocato insieme al compagno di squadra Danilo Cataldi nella selezione Under…

CAVA DE’ TIRRENI – Dalle gioie con la Primavera, passando per quelle dell’esordio in prima squadra, per arrivare a quella con la maglia della Nazionale italiana. La crescita di Antonio Rozzi, gioiellino del settore giovanile biancoceleste, va avanti inesorabile. Convocato insieme al compagno di squadra Danilo Cataldi nella selezione Under 19, per la doppia sfida contro il Portogallo, ha ripagato il Ct Alberigo Evani con la seconda rete della sua storia in azzurro. La prima volta fu con l’U.17 dell’allora Ct Pasquale Salerno, nel 2010 contro la Germania, oggi si è ripetuto contro una selezione di valore assoluto come quella lusitana. Ha segnato il gol della sicurezza, dopo il vantaggio firmato da Frediani, con un un suo marchio di fabbrica: Stop ad aggirare il diretto avversario, ingresso in area e sinistro secco, rasoterra, verso l’angolo lontano. La partita è dunque terminata con il risultato di 2-0 per l’Italia. In biancoceleste il giovane aquilotto ha spiccato il volo da un pezzo, un volo destinato a raggiungere le cime più elevate. Anche quelle colorate d’azzurro.

Aggiornamento ore 19:13:

Ecco le parole del bomber classe ’94, oggi chiamato in conferenza stampa dopo la vittoria sul Portogallo, dove risponde alle domande sul Vladimir Petkovic e la sua eventuale collocazione tattica, nochè su spazi che si potrebbero aprire in futuro: “Petkovic? E’ un ottimo allenatore, spero di avere delle possibilità in avanti, anche se siamo tanti, però sono già felice di fare parte della prima squadra. Prima o seconda punta? Io posso fare sia la prima che la seconda punta. All’inizio facevo la seconda punta, ma ora è indifferente. Il boom dello scorso anno? Non me lo sarei mai aspettato di andare in prima squadra lo scorso anno. Mi ha reso felice tutto ciò che è arrivato lo scorso anno”.

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy