Ederson porta la Lazio in quota

Ederson porta la Lazio in quota

ROMA – Il tecnico biancoceleste Vladimir Petkovic vara un massiccio turnover per la sfida di Europa League contro il Maribor, lasciando a casa Klose e Ledesma, con Marchetti in panchina, puntando sulla fantasia brasiliana di Ederson e Hernanes a centrocampo. Bizzarri, Ciani, Cana e Floccari ringraziano, soprattutto questi ultimi due…

ROMA – Il tecnico biancoceleste Vladimir Petkovic vara un massiccio turnover per la sfida di Europa League contro il Maribor, lasciando a casa Klose e Ledesma, con Marchetti in panchina,  puntando sulla fantasia brasiliana di Ederson e Hernanes a centrocampo. Bizzarri, Ciani, Cana e Floccari ringraziano, soprattutto questi ultimi due alla prima stagionale da titolari. Il tecnico vuole una prova di carattere, per farsi mettere in difficoltà da chi gioca meno, per vincere e dare ancor più lustro al valore della rosa e del pareggio di Londra contro il Tottenham.

Subito emozioni.. – L’inizio gara è scoppiettante, anche grazie alla squadra slovena che fa subito intendere che il 3-0 ai danni del Panathinaikos non è stato un caso, facendosi subito pericoloso con una traversa e una ghiottta occasione parata a terra da Bizzarri. La Lazio risponde con una staffilata di Hernanes, un palo do Candreva e un gol annullato ad Ederson. Quando attacca la compagine laziale fa paura, quando difende anche: Cana e Ciani palesano qualche difficoltà di troppo. Anche Cavanda non sembra in giornata di grazia, mentre Gonzalez, Ederson e Candreva (altro incrocio dei pali per lui) hanno una marcia in più.

..senza reti, ma.. – La singolarità è quella del risultato, a reti bianche dopo oltre sessanta minuti, nonostante le occasioni da una parte e dall’altra. La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo, con la Lazio a fare la partita, con qualche amnesia di troppo sulle ripartenze avversarie, che quasi sempre portano pericoli dalle parti di Bizzarri. La sensazione è che, da un momento all’altro, da ambo le parti, qualcosa sarebbe dovuto succedere. Inevitabilmente, è stato il giocatore più volitivo e pricoloso della compagine laziale, a rompere gli equilibri di una gara ricca di capovolgimenti di fronte.

..vola l’aquila con Ederson – Proprio lui, il colpo d’estate inseguito da anni, trova la rete del vantaggio. E’ Floccari però, con uno splendido stop in area a saltare il diretto avversario, impegnando l’estremo difensore sloveno in una deviazione sulla quale si avventa, da vero rapace, l’ex-Lione. Il tap-in in corsa fa esplodere la Curva Nord, unico settore pieno dell’Olimpico, che gli regala la standing ovation nella successiva sostituzione. Corsa, tecnica e voglia di emergere: Petkovic può essere soddisfatto, ora manca solo qualche minuto in più nelle gambe, ma il giocatore c’è, eccome.

Samba a metà – C’è anche Hernanes, oggi vero faro della manovra, che potrebbe chiudere in bellezza l’esordio in coppia con l’ex-compagno di nazionale. L’occasione è di quelle ghiotte, grazie al rigore procurato da Floccari che è costato il rosso al difensore avversario. Il profeta va sul dischetto, ma si fa ipnotizzare da Handanovic, senza riuscire neanche nella ribattuta a rete sulla respinta corta. Peccato, per lui è il primo errore dagli undice metri dall’arrivo nella capitale, per fortuna indolore, anche se questo non ha impedito a Petkovic di rammaricarsi vistosamente.

Tre punti e primato – La superiorità numerica permette ai biancocelesti di gestire discretamente in finale di partita, non esente da preoccupazioni, ma che in definitiva ha retto il risultato. Un risultato importantissimo, soprattutto in considerazione del pareggio esterno del Tottenham in casa del Panathinaikos, che lancia la Lazio in testa al girone J. L’esame europeo è superato, forse non a pieni voti, ma il risultato è quello che serviva per un proseggui più sereno, senza l’assillo di rincorrere. Un assillo che toccherà agli altri, con l’auspicio che si continui su questa strada.

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy