ESCLUSIVA – Caliendo: “G.Foot: c’è anche Klose!”

ESCLUSIVA – Caliendo: “G.Foot: c’è anche Klose!”

ROMA – Un’ impronta per fare la storia del calcio. Pronti via, domani sera si assegna l’ unidicesimo Golden Foot della storia. Manifestazione organizzata per premiare il giocatore, sopra i ventotto anni, che si sia distinto per i propri meriti sportivi all’interno del mondo del calcio. Le nomination fanno venire…

ROMA – Un’ impronta per fare la storia del calcio. Pronti via, domani sera si assegna l’ unidicesimo Golden Foot della storia. Manifestazione organizzata per premiare il giocatore, sopra i ventotto anni, che si sia distinto per i propri meriti sportivi all’interno del mondo del calcio. Le nomination fanno venire l’ acquolina in bocca: Cristiano Ronaldo, David Beckham, David Trerzeguet, Andrea Pirlo, Didier Drogba, Miroslav Klose, Frank Lampard,Andres Iniesta, Samuel Eto’o e Iker Casillas. Per scoprire tutti i segreti della rassegna iridata, la redazione di Juvenews.eu ha contattato in esclusiva il presidente della manifestazione Antonio Caliendo.

Come nasce e da quanto esiste il Golden Foot?
“L’ idea nata del Golden Foot, è quella di dare ai campioni, a tutti i grandi campioni,che hanno fatto la storia del calcio,la loro una impronta che rimanga per sempre sulla promenade del calcio. Siamo giunti all’ undicesimo anno, vogliamo che  lascino le impronte dei piedi nella storia del calcio e lungo il cammino della storia di questo fantastico sport.”

Come vengono scelte le nomination?
“Le nomination vengono  fatte attraverso un sondaggio in tutti i paesi del mondo che sono collegati con noi, attraverso i media. Ognuno di loro suggerisce i campioni che meritino un ricordo indelebile nella storia della vita e del calcio. C’è poi il comitato organizzatore che decide quelli che meritino di entrare nelle nomination finali. Voglio ricordare però che il risultato finale viene dato dai voti dei tifosi di tutto il mondo, saranno loro a decretare il vincitore finale. Oggi i tifosi sono diventati molto più consapevoli”

Klose e Pirlo rappresentano il nostro Paese. Hanno qualche chance di vincere il premio?
“Klose o Pirlo? Saranno i tifosi a decidere l ‘esito finale. Ormai sono diventati molto più maturi e consapevoli, hanno abbandonato il campanilismo. Stiamo costruendo una strada delle leggende a Montecarlo con tutte le impronte dei giocatori dal più piccolo fino a quelli che hanno fatto la storia del calcio come Platini, Maradona, Pelè, Zidane tanto per citarne qualcuno. Pensate che sono volato addirittura in Argentina per prendere le impronte del giocatore Argentino che ha firmato il suo primo contratto da professionista molto piccolo, si chiama Varano. Chiunque sia entrato nelle nomination è qualcuno che ha dato emozioni a questo sport e merita di entrare nella strada delle leggende. ”
 
Indipendentemente dal risultato finale. Chi è il Golden Foot 2013 di Antonio Caliendo?
“ Li adoro tutti e dieci, ci hanno regalato tantissime emozioni. Nelle ultime due settimane Cristiano Ronaldo e Didier Drogba hanno ricevuto una valanga di voti. Klose ha ricevuto tante preferenze, ma nell’ ultimo periodo ha rallentato un po’ perché forse ha giocato poco e ha perso un buon numero di fan che si identificano o meno in una squadra piuttosto che un’ altra.”

Lei per chi voterebbe?
“Voterei tutti e dieci, ad esempio Beckham, che è la quarta volta in nomination, non ha mai vinto. Se domani lo presentassimo come più bello del reame, vincerebbe lui. I tifosi guardano realmente la sostanza nel calcio. Beckham da quando è andato via dallo United, non ha avuto tantissimo seguito dai fan del calcio, ha perso un po’ di appeal.”

Il suo Trezeguet dove lo mettiamo?
“Spero che a Montecarlo entri  nella leggenda, ha vinto tutto, è un professionista esemplare. Spero di vedere sempre di campioni del genere. Credo che possa giocare almeno altri cinque anni a grandissimi livelli. In Argentina ha trovato la sua dimensione, ma non è detto che termini la carriera di giocatore qui. Con il Barcellona avevamo già un pre-contratto quando giocava nella Juventus, ma poi la squadra di Torino si è messa di traverso e David è rimasto lì, il suo cuore è sempre stato bianconero. Non escludo che possa andare al Barcellona quest’anno, nel calcio non si può escludere nulla. Poi tornerà in Argentina dove lo aspetta una carriera da allenatore.”
 
I tifosi dove potranno vedere l’ evento domani sera?
“ Sky è la tv ufficiale, ma ci sono anche tante altre tv a livello internazionale che si stanno attrezzando.”

Buon Golden Foot allora…
“ Grazie e che vinca il milgiore.”

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy