ESCLUSIVA-Drenthe al fotofinish

ESCLUSIVA-Drenthe al fotofinish

ROMA – Siamo all’ultima curva di un lungo giro. Un giro durato 15 giorni, in cui, Royston Drenthe, ha valutato diverse opportunità arrivate dinanzi al suo volto. Secondo indiscrezioni raccolte da Cittaceleste.it, è giunta l’ora della decisione finale. Il futuro dell’ex Everton e Real Madrid si deciderà nei prossimi 4-5…

ROMA – Siamo all’ultima curva di un lungo giro. Un giro durato 15 giorni, in cui, Royston Drenthe, ha valutato diverse opportunità arrivate dinanzi al suo volto. Secondo indiscrezioni raccolte da Cittaceleste.it, è giunta l’ora della decisione finale. Il futuro dell’ex Everton e Real Madrid si deciderà nei prossimi 4-5 giorni. Cala il sipario sulle diverse trattative che l’entourage ha portato avanti. No alla Turchia, restano diverse squadre di Premier League e di Serie A. Drenthe è ancora affascinato dal campionato italiano, nonostante siano andati via tanti campioni.

 

L’ipotesi Lazio è ancora in piedi, ma è come un barlume che lentamente è andato spegnendosi. Chi cura gli interessi del calciatore olandese ha seminato quanto doveva in casa biancoceleste. Ora, dopo la fase dello stand-by, ci si aspetta di tirare le somme. Con un colpo di coda la Lazio può essere ancora della partita, può operare il sorpasso in questa famosa ultima curva e tagliare il traguardo per prima, al fotofinish.

 

Il calciatore è in linea con i parametri societari dal punto di vista economico ed anche sportivo.Il suo ingaggio al Real Madrid era di 2 milioni di euro. Vuole rimettersi in gioco. I Mondiali del 2014 in Brasile sono la sua ultima occasione per riprendersi stabilmente la maglia ‘Orange’. Per questo cerca un palcoscenico importante, disposto anche a prendere meno delle cifre pattuite con le merengues nel lontano 2007. La Lazio ha una profonda lacuna proprio sulla fascia sinistra e, non solo. E’ un jolly in grado d’intercambiarsi con Senad Lulic, che appena qualche giorno fa ha dichiarato di non essere particolarmente felice di giocare da terzino. Con Zauri e Garrido fuori dalla lista Uefa, e Cavanda adattato a sinistro col solo Radu mancino puro in via di recupero, i biancocelesti devono tappare una falla importante.

 

Tecnica sopraffina, tatticamente un po’ indisciplinato, Drenthe ha ricevuto comunque tante offerte. ‘El Cobra’, questo il suo soprannome, attira e non poco diverse società avendo un passato che sa di talento purissimo incompiuto. Ultima curva, al muretto son già pronti. Resta da stabilire chi si alzerà in piedi e se la Lazio fiuterà l’occasione.

Mirko Borghesi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy