ESCLUSIVA – Manfredini: “Lotito? E’ un combattente”

ESCLUSIVA – Manfredini: “Lotito? E’ un combattente”

ROMA – All’interno della trasmissione “IO TIFO LAZIO”, in onda su Cittaceleste Tv, canale 669 del digitale terrestre a Roma e Lazio,lunedì e venerdì dalle 21 alle 23, è intervenuto Christian Manfredini, ex centrocampista di Lazio e Chievo Verona per proiettarci al match di sabato sera. Che poteva fare la…

 

ROMA – All’interno della trasmissione “IO TIFO LAZIO”, in onda su Cittaceleste Tv, canale 669 del digitale terrestre a Roma e Lazio,lunedì e venerdì dalle 21 alle 23, è intervenuto Christian Manfredini, ex centrocampista di Lazio e Chievo Verona per proiettarci al match di sabato sera.

 

Che poteva fare la Lazio contro la Juve?Non lo so se ci possono stare tre gol, la Juve è più forte, la Lazio è partita male, poi si è ripresa. La partita della verità l’ha persa, dobbiamo capire qual’è l’obiettivo della Lazio non si sa ancora. Terzo, quarto o quinto posto? Ancora non si è capito molto bene. Se fosse così c’è ancora qualche chance. Senza coppe si può lavorare meglio, può giocarsela con Inter e Napoli che non hanno continuità. La Lazio ha una situazione societaria non idilliaca, abbiamo il tifoso contro la società, bisogna essere tutti uniti. La società deve ritorvare l’aromonia con i tifosi, si deve remare tutti nella stessa direzione”.

 

Campedelli o Lotito chi è il migliore?Sono completamente diversi, Campedelli lavora sul lato umano . Lotito è irruento non vuole guardare in faccia nessuno, ognuno è migliore nel suo campo. Campedelli ha mantenuto una situazione tranquilla. Lotito Combatte su tutti i fronti, non ha avuto problemi ad vere un ruolo di primo ordine in Federazione e in Lega. Chi è il migliore non lo so”.

 

 

Gaucci e Lotito con chi ti sei trovato meglio?Con Lotito se gli dici di no cominci ad avere dei problemi. Prima di dire di no, non è facile. Il mio ciclo con la Lazio era finito, mi propose Israele a meno soldi con la Lazio. Gaucci non ho avuto problemi, non era più quello irruento di un tempo, non ho vissuto il Gaucci di prima”.

 

L’Italia Paese razzista?Tavecchio ha fatto uno scivolone, io la chiuderei li. Io non ho avuto problemi non ero il ragazzo di colore, ma mi vedevano come giocatore di calcio. L’Italia non è abituata ad avere persone di colore. Il bambino piccolo adesso frequenta ragazzi di colore ci sono persone di tutte le razze e quindi non ci sono problemi. In sud Italia gli unici di colore li vedevano sulle spiagge, venti anni fa quando sono arrivato io era una situazione completamente diversa

 

 

Chievo e Parma quanti punti farà la Lazio?La Lazio non può fare meno di sei punti. Troverà due squadre toste, può fare sei punti se gioca come sa”.

 

Difesa imbarazzante?Centrocampo e attacco comelavorano? Si arriva a gennaio, si devono prendere giocatori superiori in organico se si prendono uguali, meglio rimanere così. Ci sono pro e contro a prendere un giocatore nella finestra invernale”.

 

Radu centrale di difesa come lo vedi?Lui è un centrale, è nato centrale. Delio Rossi lo ha spostato a sinistra perchè è andato via Kolarov, era bravo ad adattarsi a tutti i ruoli. E’ bravo tecnicamente, il vero terzino di fascia ha una gamba diversa, la sua non è da terzino. Ho fatto il patentino a Coverciano anche quello da direttore sportivo, siamo in attesa di una chiamata, non è facile trovare situzioni belle e facili per iniziare. Devi sempre aggiornarti per intraprendere e trovare lavore nel nostro mondo”.

 

Chievo-Lazio come finisce? “La Lazio è favorita, può e deve vincere, non sono bravo con i pronostici!( ride ndr) “.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy