ESCLUSIVA RC – Andrea Lenzini risponde a De Martino

ESCLUSIVA RC – Andrea Lenzini risponde a De Martino

LE VOCI – Andrea Lenzini, nipote del Presidente campione d’italia nel 1974, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di RadioCittaceleste: “Allora avevo 4 anni, i ricordi quindi sono molto offuscati. Io sono nato biancoceleste. Quello fu un campionato particolare, la Lazio girava a 1000. Avevamo dei buoni giocatori in tutti…

LE VOCI – Andrea Lenzini, nipote del Presidente campione d’italia nel 1974, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di RadioCittaceleste: “Allora avevo 4 anni, i ricordi quindi sono molto offuscati. Io sono nato biancoceleste. Quello fu un campionato particolare, la Lazio girava a 1000. Avevamo dei buoni giocatori in tutti i reparti. Mio nonno, in quella fase celebre ci prese. “Vinceremo il campionato”. E’ stata un ottima annata, come il Barolo del ’98! Mio nonno è stato presidente 15 anni, con l’assegno da 1 miliardo prese la Lazio. Ha speso tanto, sia in denaro che in energia. Ha avuto tanto amore per questa società. La sua è stata una gestione familiare. Quella di Cragnotti? Una Lazio stellare. Fare una squadra come la sua, era però più facile. C’erano tanti introiti in più. Come quelli provenienti dalla tv. Lotito invece, secondo me è un buon presidente. Alla fine la Lazio è sempre ai vertici.Certo: oggi manca qualche ‘Nesta’. Bisognerebbe sfruttare meglio il settore giovanile”. Oggi, la Lazio non ha ricordato i campioni del ’74: “L’unica risposta che posso dare è, chi se ne frega. Lenzini ha vinto uno scudetto, ed è importante che i tifosi ricordino questo. Io comunque mi auguro che Lotito vinca uno scudetto.”

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy