EUROPA LEAGUE – Rocchi e Diakitè restano fuori?

EUROPA LEAGUE – Rocchi e Diakitè restano fuori?

ROMA – Diakité e Rocchi restano due casi sospesi in casa Lazio. Entrambi potrebbero restare fuori dalla lista Uefa. E se per Diakitè si tratterebbe di una decisione attesa, per il veneziano l’Europa League rappresenta forse l’unica grande opportunità per giocare e continuare a segnare e scalare la classifica dei…

ROMA – Diakité e Rocchi restano due casi sospesi in casa Lazio. Entrambi potrebbero restare fuori dalla lista Uefa. E se per Diakitè si tratterebbe di una decisione attesa, per il veneziano l’Europa League rappresenta forse l’unica grande opportunità per giocare e continuare a segnare e scalare la classifica dei bomber della Lazio. Vlado Petkovic e la società hanno tempo fino alle diciannove di questa sera per inviare all’Uefa la lista dei venticinque giocatori che prenderanno parte alle gare di Europa League. Il difensore e l’attaccante resterebbero fuori per far posto a Ederson e Ciani, gli unici acquisti del mercato laziale. Sia Diakité che Rocchi hanno avuto diverse possibilità durante il mercato di lasciare la Lazio e andare a giocare. Ma Tommaso ha scelto di restare nella capitale per questioni familiari, mentre Diakité, dopo una trattativa durata tutta l’estate ha deciso di non accettare la proposta della Lazio, di 800 mila euro a stagione, più i premi a salire, per i prossimi cinque anni. Il giocatore, che in un primo momento sembrava propenso ad accettare, ha chiesto uno contratto base di un milione di euro a stagione. Così, il rapporto con Lotito si è interrotto, anche se il procuratore del francese, Ulisse Savini, sta cercando in ogni modo di ricucire lo strappo. «È vero, Diaki ha chiesto un milione di euro e in questo momento la situazione non è facile, ma secondo me c’è ancora una speranza di poter recuperare il rapporto. Posso assicurare che il ragazzo non ha nessuno squadra dietro e non ha alcuna intenzione di lasciare la Lazio a parametro zero», le parole del procuratore. Oltre a Rocchi e Diakité, restano in sospeso le situazioni di Matuzalem, Foggia, Sculli e Alfaro. Per questi quattro la società sta disperatamente cercando una soluzione, cercando di piazzare i giocatori in mercati ancora aperti, come quello ucraino e arabo (Qatar in particolare) ma non sembrano esserci molte speranze. La società valuta anche la possibilità di rescindere il contratto.

Fonte: Daniele Magliocchetti – Ilmessaggero.it

Roberto Maccarone – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy