EXTRA LAZIO – Estorsione ai danni di Paolo Negro, chiesti cinque rinvii a giudizio

EXTRA LAZIO – Estorsione ai danni di Paolo Negro, chiesti cinque rinvii a giudizio

ROMA Un tentativo di estorsione ai danni di Paolo Negro, ex calciatore della Lazio, porta ad un passo dal banco degli imputati cinque persone.Il pubblico ministero Francesco Minisci ha infatti chiesto il rinvio a giudizio per Marco Fardellotti, Valentino Aliberti e Andrea Capinozzi, mentre altri due indagati, Emanuele Fois e…

ROMA Un tentativo di estorsione ai danni di Paolo Negro, ex calciatore della Lazio, porta ad un passo dal banco degli imputati cinque persone.Il pubblico ministero Francesco Minisci ha infatti chiesto il rinvio a giudizio per Marco Fardellotti, Valentino Aliberti e Andrea Capinozzi, mentre altri due indagati, Emanuele Fois e Filippo Fazzioli hanno invece chiesto di essere giudicati con rito abbreviato. La decisione, ora, passa nelle mani del gip. Lo scorso anno quando Negro è stato più volte minacciato. Una voce al telefono gli aveva ripetutamente intimato di pagare circa 200mila euro. In caso contrario, avrebbe reso pubblica la storia della partita Siena-Lazio, giocata nel campionato 2006-2007.



Diceva di aver saputo da una fonte attendibile che in quell’occasione il calciatore aveva volutamente condizionato il risultato, a pagamento, e di averne le prove.

Per la precisione, all’86’ del secondo tempo, Negro, che all’epoca indossava la maglia del Siena, avrebbe fatto un cenno agli avversari, segnando dopo pochi minuti la rete che aveva portato alla salvezza la sua squadra, a rischio di retrocessione.L’appuntamento per la consegna dei soldi, 30mila euro in contanti, era stato fissato per il 20 ottobre del 2011. Negro, però, aveva denunciato tutto, facendo scattare un’inchiesta in procura. E il giorno dell’incontro con gli estorsori, organizzato in un bar del centro di Roma, si erano presentati gli uomini della Mobile, arrestando due persone in flagranza di reato.

Per quanto riguarda le accuse mosse all’ex calciatore, quelle di aver intascato soldi per condizionare la partita di campionato, la Procura Federale ha da tempo archiviato il procedimento, confermando la posizione di Negro che ha sempre dichiarato di essere vittima e parte lesa dell’intera vicenda.

Fonte: Ilmessaggero.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy