EXTRA LAZIO – Osvaldo choc: “Via da Roma perchè minacciato. Sbagliai a mancare la premiazione dopo la sconfitta contro la Lazio”

EXTRA LAZIO – Osvaldo choc: “Via da Roma perchè minacciato. Sbagliai a mancare la premiazione dopo la sconfitta contro la Lazio”

9 Settembre 2013- “Io sinceramente non potevo stare a Roma con chi mi minacciava e veniva a scrivere quelle cattiverie sotto casa. Non è bello, anche perchè non ho fatto niente di che per meritarmi questo”. Pablo Daniel Osvaldo rompe il silenzio. I suoi ultimi mesi alla Roma sono stati…

9 Settembre 2013“Io sinceramente non potevo stare a Roma con chi mi minacciava e veniva a scrivere quelle cattiverie sotto casa. Non è bello, anche perchè non ho fatto niente di che per meritarmi questo”. Pablo Daniel Osvaldo rompe il silenzio. I suoi ultimi mesi alla Roma sono stati difficili, tra incomprensioni con gli allenatori -nota la lite via Twitter con l’ex allenatore Andreazzoli, premiazioni saltate -in Coppa Italia– e scambi non proprio amichevoli con i tifosi giallorossi.

Ora la situazione è cambiata con il trasferimento al Southampton: “Avevo bisogno di stare tranquillo e sereno, volevo provare un’esperienza all’estero, era l’opzione migliore per me. Io esiliato in Inghilterra? No, è stata una decisione mia, la Roma mi ha fatto capire che dovevo andare via“. Per Osvaldo la permanenza nella capitale non era proprio più possibile. “A Roma il tifoso normale mi ha sempre dimostrato tanto affetto – attacca Osvaldo – ma c’è modo e modo di vivere il tifo, alcuni lo vivono nel modo giusto, altri no. Per fortuna questi sono una minoranza. I compagni e i tifosi mi hanno sempre sostenuto. Anche quando avuto contestazioni. Sono cose che succedono non solo a Roma ma dappertutto nel calcio italiano; ma siamo indietro e si fa poco per cambiare questa situazione“. E ancora: “A chi mi porta rispetto io ricambio con rispetto, altrimenti no. Per alcuni è sbagliato, per me no. Non mi pento di nulla“.

Di una cosa, comunque, l’attaccante italo-argentino fa ammenda: aver saltato la premiazione dopo la finale di coppa Italia persa contro la Lazio. “Ero arrabbiatissimo, sono rientrato nello spogliatoio e volevo spaccare tutto – riflette -. Non mi sono accorto di nulla di quello che avevo combinato; non partecipare alla premiazione è stato comunque un brutto gesto“. Martedì Osvaldo tornerà a parlare sul campo, in maglia azzurra, in coppia con Balotelli: l’obiettivo è volare in Brasile.(Articolotre.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy