Falcao e quei campioni Laziali..

Falcao e quei campioni Laziali..

ROMA – Quando Salas infilava la porta dei Diavioli di Ferguson, consentendo alla Lazio di portare a casa la SuperCoppa Europea, Radamel Falcao, il bomber da 40 milioni di euro in forza all’Atletico Madrid di Simeone, era una bambino che con il pallone sempre fra i piedi, ammirava i campioni…

ROMA – Quando Salas infilava la porta dei Diavioli di Ferguson, consentendo alla Lazio di portare a casa la SuperCoppa Europea, Radamel Falcao, il bomber da 40 milioni di euro in forza all’Atletico Madrid di Simeone, era una bambino che con il pallone sempre fra i piedi, ammirava i campioni di quel tempo in televisione, con il sogno un giorno, di poter diventare come loro. E ‘il matador’ (l’originale) è proprio uno di quei calciatori per cui Falcao ha sempre provato grande stima. “Insieme a Crespo – ha svelato alla Tribù del calcio in onda su Mediaset Premium – è un giocatore che ha sempre fatto la differenza. Per questo genere di attaccanti, ho sempre provato grande ammirazione”. La stessa, che Falcao provava da bambino, non solo per i due ex Campioni Laziali, ma anche per Ronaldo, il fenomeno, che spiega “era il top” e che “mi ha influenzato tantissimo”.

Rob.Ma. – Cittacelest.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy