Droga, arrestato Diabolik capo ultras della Lazio

Droga, arrestato Diabolik capo ultras della Lazio

ROMA – A un mese di distanza dall’ordinanza di custodia cautelare emessa nell’ambito dell’operazione “Castillos”, è stato arrestato Fabrizio Piscitelli (alias Diabolik), leader ultras della tifoseria della Lazio. Il suo arresto, che non era stato possibile in precedenza in quanto irreperibile, è arrivato durante la notte. È stato disposto dal…

ROMA – A un mese di distanza dall’ordinanza di custodia cautelare emessa nell’ambito dell’operazione “Castillos”, è stato arrestato Fabrizio Piscitelli (alias Diabolik), leader ultras della tifoseria della Lazio.  Il suo arresto, che non era stato possibile in precedenza in quanto irreperibile, è arrivato durante la notte. È stato disposto dal Gip del Tribunale di Roma a seguito dell’esito delle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura romana, svolte dagli specialisti del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma delle Fiamme Gialle.

 

Da tali indagini è emerso un intenso traffico di droga internazionale lungo l’asse Italia-Spagna, con lo stesso Piscitelli definito dagli inquirenti come “capo di un agguerrito gruppo criminale”. Piscitelli è imputato anche nel processo che riguarda la scalata alla Lazio di Lotito. Il pm ha chiesto per lui e per gli altri 3 ultras laziali coinvolti – Fabrizio Toffolo, Yuri Alviti, Paolo Arcivieri – otto anni di reclusione, e la condanna anche di di Guidocarlo Di Cosimo (8 anni e mezzo), Giuseppe Bellantonio (8 anni e mezzo), Bruno Errico (3 anni e mezzo) e di Fabio di Marziantonio (6 anni e mezzo). (Repubblica.it)

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy