FOCUS – Come una favola: “C’era una volta il derby…”

FOCUS – Come una favola: “C’era una volta il derby…”

Di ALBERTO ABBATE ROMA – C’era una volta il derby, dopo quel ventisei maggio non c’è più: in alto i calici di storia e buon Lulic a tutti per sempre, si direbbe, fischiettando fra i fori imperiali con sana spocchia ed eterna arroganza. Eppure alla fine la stracittadina del secolo…

Di ALBERTO ABBATE

ROMA – C’era una volta il derby, dopo quel ventisei maggio non c’è più: in alto i calici di storia e buon Lulic a tutti per sempre, si direbbe, fischiettando fra i fori imperiali con sana spocchia ed eterna arroganza. Eppure alla fine la stracittadina del secolo è già un ricordo, vivo e vegeto – per carità – ma già passato alla gloria. Una manciata d’ore d’amarcord, una messa alle 19.27 con tanto di tunica “Lulic 71”, quindi la partenza per la prossima fermata. Alla fine c’è un altro derby. E ce ne saranno ancora tanti altri scortati dal quel credito biancoceleste imperituro. Il malessere che aleggia a Formello, dopo il solito mercato boomerang, carica la sfida più di quanto non sarebbe dovuto succedere dopo quella coppalzatainfaccia.

Vincere stavolta servirà solo a spegnere qualche mugugno, a rifare Yilmaz alla Roma con pizze e fichi. Pasto di una difesa già misera, distrutta dalle botte della sorte: Petkovic potrà contare solo su Ciani e Cana in difesa, il vero Dias è rimasto bloccato nel tempo, Biava e Novaretti – 2 mesi out il primo, tre partite almeno il secondo – risucchiati dall’infermeria. Già la chiamano maledizione, mica destino preventivabile. Ci corrono sopra, Onazi e Gonzalez, per una maglia da titolare oggi pomeriggio. Mentre Keita, dalla panchina, sghignazza impertinente contro la Sud: il derby è nel suo destino, blindato da 800 steward (75% Roma, 25% Lazio) e dall’apparente serenità del Prefetto Pecoraro. Spalancate i cancelli alle 12, invadete Ponte Milvio alle 11: non ci sarà traffico, sarà tutto chiuso. Fotografate il lutto, ricelebrate il funerale della Roma nel pomeriggio. Potrà pure risorgere quattro mesi dopo, ma sarà un fantasma. E voi laziali abbiate sempre rispetto per i morti…

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy