FOCUS – Lotito, compleanno di metidazione

FOCUS – Lotito, compleanno di metidazione

CLAUDIO LOTITO, OGGI FESTEGGIA IL SUO 56ESIMO COMPLEANNO Tra i mille impegni da cui è preso chissà se avrà il tempo per staccare un attimo la spina e soffiare le candeline. Claudio Lotito festeggia oggi il suo 56esimo compleanno, ma il regalo più bello potrebbe arrivare con qualche settimana di…

CLAUDIO LOTITO, OGGI FESTEGGIA IL SUO 56ESIMO COMPLEANNO


Tra i mille impegni da cui è preso chissà se avrà il tempo per staccare un attimo la spina e soffiare le candeline. Claudio Lotito festeggia oggi il suo 56esimo compleanno, ma il regalo più bello potrebbe arrivare con qualche settimana di ritardo. Il patron di Lazio e Salernitana, infatti, s’appresta a vivere con grande passione gli appuntamenti di fine stagione delle sue due squadre, impegnate rispettivamente nelle finali di Coppa Italia e Supercoppa di Seconda divisione. Due traguardi molto ambiti dall’imprenditore laziale che spera in una prestigiosa doppietta per chiudere col botto un’annata più che positiva. Appuntamenti che segneranno una linea netta tra il passato ed il futuro e rappresenteranno inevitabilmente un punto di ripartenza per la nuova stagione. A Roma, ma soprattutto a Salerno. Perché se nella Capitale la situazione sembra pressoché definita, i dubbi che attanagliano maggiormente l’imprenditore romano sono legati all’avventura nella città d’Arechi. 

Sarà, dunque, un compleanno di meditazione per Lotito le cui scelte non dipenderanno soltanto dalla sua volontà. Il progetto calcistico avviato a Salerno, infatti, dovrà passare inevitabilmente sotto la lente d’ingrandimento del Consiglio Federale che il prossimo 30 giugno s’appresta a discutere e decidere il futuro delle “multiproprietà”. 

Un argomento su cui regna ancora molta incertezza e per il quale i “potenti” del calcio non sembrano esser riusciti ancora a fare fronte comune. Proprio ieri, infatti, il dg della Lega Pro, Francesco Ghirelli – in un’intervista concessa al sito Granatissimi.com – ha “rassicurato” il duo Lotito-Mezzaroma ed i tifosi granata, spiegando che «non ci sono i tempi per cambiare lo Statuto, motivo che potrebbe spingere Macalli ed Abete a concedere un’ulteriore proroga per le norme dell’articolo 16 bis delle Noif». 

Ma tra la Supercoppa di Seconda divisione e la risoluzione della vicenda “multiproprietà”, Claudio Lotito avrà un mese di passione da vivere tutto d’un fiato. Dopo aver centrato la seconda promozione di fila nella città d’Arechi, l’imprenditore laziale è chiamato alla vera e propria prova del nove. Il nodo principale da sciogliere sarà quello relativo all’allenatore: Carlo Perrone si è guadagnato sul campo la fiducia di piazza e società, ma la sua posizione non è stata ancora ben definita. Stesso discorso vale anche per lo staff tecnico-dirigenziale e per la squadra che attende di sedersi ad un tavolo e discutere il proprio futuro. Una serie di situazioni che il patron ha promesso di risolvere dopo la Supercoppa in modo da delineare subito gli scenari per la nuova stagione. Rispetto ad un anno fa l’impressione è che la società sia maggiormente intenzionata a riconfermare i protagonisti del trionfo (soprattutto la triade Perrone-Susini-Mariotto), ma la fumata bianca arriverà soltanto a stagione conclusa.

Dubbi ed interrogativi che Claudio Lotito (che ieri ha speso parole d’elogio per Mounard spiegando che « I giocatori della Salernitana sono l’espressione della società: porto da sempre avanti un calcio didascalico e moralizzatore») si porterà dietro anche nel giorno del suo 56esimo compleanno. E se non troverà il tempo per soffiare le candeline, quantomeno avrà più di un desiderio da esprimere. Nell’attesa che arrivino i regali…

Fonte: resport.it

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy