FOCUS – Petkovic non ha ancora rinnovato. Tutto tace ma…

FOCUS – Petkovic non ha ancora rinnovato. Tutto tace ma…

di FRANCESCA CUCCUINIROMA – Oggi sbarcherà nella capitale, per iniziare a progettare la sua nuova Lazio. E il contratto? C’è da aspettare. Petko, un anno dopo: da sconosciuto a eroe dell’Urbe eterna, vincente alla prima opportunità. Solo che dopo 42 giorni dal successo, quella che sembrava essere una priorità, oggi…

di FRANCESCA CUCCUINI

ROMA – Oggi sbarcherà nella capitale, per iniziare a progettare la sua nuova Lazio. E il contratto? C’è da aspettare. Petko, un anno dopo: da sconosciuto a eroe dell’Urbe eterna, vincente alla prima opportunità. Solo che dopo 42 giorni dal successo, quella che sembrava essere una priorità, oggi è un foglio rimasto in un cassetto. Come scrive questa mattina la Gazzetta dello Sport, infatti, il rinnovo fino al 2015 (e adeguamento del contratto dai 600 mila euro attuali al milione circa, oltre a poteri ampliati e la possibilità di intervenire molto più direttamente nella gestione dei problemi) sembra essere cosa rimandata.Tutto tace, al momento. Eppure le chiacchierate tra tecnico e società ci sono state, sul tema. Almeno due: una nella notte dei festeggiamenti, subito dopo la vittoria della Coppa. E un’altra due settimane più tardi, in occasione della finale scudetto della Primavera a Gubbio.

Risultato? La priorità non è più tale. Petkovic resta in scadenza nel 2014. Nessuna rottura tra le parti, beninteso. Ma servirà un po’ di tempo perché la cosa maturi. Magari l’occasione per riallacciare il discorso arriverà proprio durante il ritiro che scatterà mercoledì. Più facile però – scrive sempre la Gazzetta dello Sport – che il discorso adeguamento riparta a settembre. Un discorso che fa comodo a tutti: alla società in primis e poi a Petkovic, che avrà modo di valutare a fondo che Lazio sarà dopo il mercato. Attenzione, però. Perché se nei mesi scorsi Lotito è riuscito a convincere i corteggiatori — anche italiani — del tecnico a desistere, l’impresa non sarà così semplice da replicare il prossimo inverno. E anche il tecnico, evidentemente, avrà modo di valutare con più libertà il suo futuro. Nell’attesa, in ogni caso, meglio concentrarsi sul ritiro: da domani a mercoledì visite mediche e primi allenamenti a Formello, da mercoledì in poi sarà ritiro ad Auronzo di Cadore. Dove la Lazio dovrebbe andare con 28 giocatori, tra cui cinque giovani e il rientrante uruguaiano Alfaro. Non ci sarà Luis Cavanda, fuori rosa, pronto ad adire le vie legali stile di Zarate.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy