FORMELLO – Fiducia al 4-4-2. Fuori Konko, dentro Pereirinha

FORMELLO – Fiducia al 4-4-2. Fuori Konko, dentro Pereirinha

FORMELLO – Ventiquattr’ore alla sfida che chiuderà i battenti dello stadio Olimpico, almeno per quanto riaguarda ail campionato, contro la Sampdoria dell’ex-Delio Rossi. La seduta odierna è servita al tecnico per rifinire le idee e valutare il miglior undici possibile da spedire in campo. Allenamento inziato con 30 minuti di…

FORMELLO – Ventiquattr’ore alla sfida che chiuderà i battenti dello stadio Olimpico, almeno per quanto riaguarda ail campionato, contro la Sampdoria dell’ex-Delio Rossi. La seduta odierna è servita al tecnico per rifinire le idee e valutare il miglior undici possibile da spedire in campo. Allenamento inziato con 30 minuti di ritardo, preceduto da una video analisi dell’avversario ed un incontro con il mental coach, ormai vero e proprio talismano biancoceleste. Poi spazio a diverse prove tattiche, partitelle a due e tre squadre e esercizi di possesso palla. Poche le indicazioni dal campo: tipica pretattica petkoniana.

Out Konko, ok Lulic – Non si è visto neanche oggi il terzino francese, alle prese con le “botte” subite al Meazza contro l’Inter, non completamente riassorbite e che oggi l’hanno costretto a solo lavoro fisioterapico. neanche convocato, si vogliono evitare rischi. Al suo posto è pronto Pererinha, provato  a destra sulla linea dei difensori, con Radu sull’out mancino.  Nessun problema per Senad Lulic, che si è regolarmente allenato e che ha superato il piccolo fastidio muscolare registrato in settimana. Con candreva presidierà le due fasce.

Onazi insidia Ledesma – Il centrocampista nigeriano è in forma, Petkovic pensa a lui per un posto al fianco di Hernanes dal primo minuto. A farne le spese sarebbe Cristian Ledesma, che potrebbe rientrare in un’ipotetica staffetta proprio con il brasiliano, atta a restitiure ossigeno ad entrambi in ottica derby. Non è escluso però, che sia invece l’argentino a partire dall’inizio. Un dubbio che il tecnico scoglierà solo nella giornata di domani.

Modulo confermato – Fiducia alle due punte e alla coppia Floccari-Klose, anche oggi inseparabili compagni di reparto in tutte le prove effettuate. Scalpita Kozak, che dovrebbe trovare spazio nella ripresa. Fiducia che dunque sarà rinnovata anche al 4-4-2, schieramento che ha portato nuova incisività alla fase offensiva e ha bisogno di continuità per migliorare gli automatismi, così come sottolineato dall’allenatore in conferenza stampa.

Prendi due, pensi 3 – Cana, Biava e Dias: due maglie per tre posti dipsonibili. Il brasiliano ha recentemente sofferto di un doloroso torcicollo, dovrebbe partire in leggero svantaggio rispetto ai due colleghi, ma oggi ha regalato la sensazione di un recupero completo. E’ dunque aperta la gara con Cana, reduce da 180 minuti giocato in tre giorni, che potrebbe rientrare in un’ottica di turnover. Tra i due litiganti, il più accreditato a “godere” di una maglia da titolare sembra essere Giuseppe Biava.


I CONVOCATI DI LAZIO-SAMPDORIA:

PORTIERI: Marchetti, Bizzarri, Guerrieri

DIFENSORI: Biava, Dias, Radu, Stankevicius, Pereirinha

CENTROCAMPISTI: Cana, Ledesma, Onazi, Candreva, Lulic, Gonzalez, Hernanes, Crecco

ATTACCANTI: Floccari, Kozak, Rozzi, Klose, Saha


PROBABILE FORMAZIONE:

Lazio (4-4-2): 22 Marchetti – 17 Pereirinha, 20 Biava, 27 Cana, 26 radu – 87 Candreva, 24 Ledesma(Onazi), 8 Hernanes, 19 Lulic – 99 Floccari, 11 Klose

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy