FOTO & VIDEO – Olimpico a porte chiuse? In cinquecento tifano da fuori

FOTO & VIDEO – Olimpico a porte chiuse? In cinquecento tifano da fuori

Vuota la curva, silenzio surreale. Nessuna bandiera, nessuna coreografia, l’Olimpico è un deserto. Gara a porte chiuse: l’ultima volta capitò nel luglio del 2005, a Roma arrivò il Tampere. Ma questa volta è diversa la posta, in gioco ci sono i quarti di finale di Europa League, battere lo Stoccarda…

Vuota la curva, silenzio surreale. Nessuna bandiera, nessuna coreografia, l’Olimpico è un deserto. Gara a porte chiuse: l’ultima volta capitò nel luglio del 2005, a Roma arrivò il Tampere.

Ma questa volta è diversa la posta, in gioco ci sono i quarti di finale di Europa League, battere lo Stoccarda per continuare a sognare. E così è stato, la Nord non si è arresa, appuntamento alle 19.30, tutti insieme per cantare e trasmettere calore alla squadra, ma anche in segno di protesta, la polemica contro l’Uefa non finirà qui. Circa 500 tifosi si sono ritrovati prima del match, i loro cori sono arrivati dentro l’impianto capitolino: radiolina alla mano, a modo loro, sempre presenti. È stata lanciata anche qualche bomba carta, ma la situazione non è mai degenerata. Diversi problemi l’Uefa li ha creati anche alle due società: difficoltà negli accrediti per i giornalisti, solamente 75 i biglietti a disposizione di Lazio e Stoccarda da dividere tra magazzinieri, massaggiatori, squadre e stampa. Sponsor rimasti fuori dall’Olimpico e lamentele di ogni genere. Il bilancio è stato l’espulsione del responsabile della comunicazione della Lazio Stefano De Martino, che è stato «cacciato» dall’area di gioco per «comportamento aggressivo nei confronti del delegato Uefa».

Fonte: Il Tempo

RIVIVI LA SERATA DEI TIFOSI BIANCOCELESTI (FOTO E VIDEO)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy