Galeazzi, “Il cartellino viola a Klose mi pare superfluo”

Galeazzi, “Il cartellino viola a Klose mi pare superfluo”

Si avvicina a grandi passi la sfida di domenica contro la Lazio, un vero banco di prova per la Fiorentina di Vincenzo Montella che contro i biancocelesti di Pektovic sarà chiamata ad primo vero scontro verità che potrà far capire quali saranno le velleità europee della squadra gigliata. Per avere…

Si avvicina a grandi passi la sfida di domenica contro la Lazio, un vero banco di prova per la Fiorentina di Vincenzo Montella che contro i biancocelesti di Pektovic sarà chiamata ad primo vero scontro verità che potrà far capire quali saranno le velleità europee della squadra gigliata. Per avere un giudizio sul match di domenica, la redazione di Firenzeviola.it ha contattato il giornalista Rai, di nota fede bianoceleste, Giampiero Galeazzi.

Galeazzi, che partita si attende domenica al Franchi?
”Sarà un incontro estremamente difficile per la mia Lazio, che sarà reduce dall’impegno di Europa League contro il Panathinaikos. Se la Lazio avesse avuto modo di riposare l’intera settimana avrei detto senza dubbio che la favorita assoluta sarebbe stata la compagine di Pektovic, invece temo che sarà difficile far punti al Franchi”.

Cosa ne pensa della Fiorentina?
”I viola sono alla ricerca di punti adesso, dopo che nelle utlime giornate ne hanno persi un bel po’. La Fiorentina scenderà in campo con l’imperativo di battere la Lazio e temo che l’intermezzo di questo giovedì possa essere fatale”.

Lei ha conosciuto molto bene da calciatore Montella; come lo inquadra come tecnico?
”E’ un uomo concreto, che per l’indole che ha non sembra nemmeno un napoletano. Resistere sulla panchina della Fiorentina non è mai semplice per nessuno e devo dire che per quello che sta facendo in viola sta mettendo un po’ d’accordo tutti. Senza esagerare dico che, alla luce delle passate stagioni, Montella sta compiendo una vera impresa”.

Una domanda è d’obbligo sul cartellino viola a Klose…
”Tutti si ricordano ancora perfettamente quello che avvenne all’Allianz Arena in quella Champions però penso che Miroslav abbia dimostrato di essere un campione così grande e corretto dentro e fuori dal campo che un premio come quello del cartellino viola sia superfluo. Personalmente non glielo avrei nemmeno dato, mi pare superfluo”.

Fonte: Firenzeviola.it

Rob.Ma. – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy