Gironi EL: The others

Gironi EL: The others

ROMA – Dopo la lunga sosta per gli impegni nazionali, torna l’Europa League a riempire la settimana degli amanti del calcio. E mentre la Lazio ospita il Panathinaikos facciamo un breve giro di perlustrazione per scoprire la situazione degli altri undici gironi. Ecco le classifiche di tutti i restanti gruppi…

ROMA – Dopo la lunga sosta per gli impegni nazionali, torna l’Europa League a riempire la settimana degli amanti del calcio. E mentre la Lazio ospita il Panathinaikos facciamo un breve giro di perlustrazione per scoprire la situazione degli altri undici gironi. Ecco le classifiche di tutti i restanti gruppi che partecipano alla competizione:

Gruppo A – l’Udinese di Guidolin, deve ribaltare la situazione rimediata contro lo Young Boys che, all’andata, ha affondato i friulani per ben tre reti ad una rimanendo in ultima posizione ad un punto di distacco dalla squadra italiana. Guida la classifica il Liverpool che con i sei punti lascia dietro anche l’Anzhi di Samuel Eto’o.

Gruppo B – Di italiane non ce ne sono e il nome di spicco è quello dell’Atletico Madrid che, a punteggio pieno, stacca di tre punti i secondi classificati del Viktoria Plzen. Seguono con un solo punto Tel-Aviv e Academica Coimbra: un girone calcisticamente poco equilibrato che giova agli spagnoli, campioni in carica, che la scorsa stagione eliminarono la Lazio per poi aggiudicarsi il titolo.

Gruppo C – E’ guidato dal Fenerbahce a sette punti e chiuso dal AEL Limassol ad uno. Con i modesti quattro punti, a metà classifica, rimangono Borussia M. e O. Marsiglia.

Gruppo D – E’ ugualmente impegnativo e, ad aprirlo, c’è il Newcastle con sette punti e, a tre distanze, il Bordeaux orfano di Ciani. A tre punti il Club Brugge e fanalino di coda il Maritimo che guadagna solamente due pareggi ed una sconfitta.

Gruppo E – Segue gli stessi punteggi del girone precedente ma, le squadre che lo animano, in ordine di classificazione, sono: Steaua Bucarest, FC Copenaghen, Molde e Stoccarda in ultima posizione.

Gruppo F – Lascia tutti sorpresi, in particolare, gli italiani. Il Napoli di Mazzarri, infatti, così attento al campionato, perde punti nella competizione europea piazzandosi solamente al terzo posto grazie ad un’unica vittoria guadagnata di misura contro l’ultima della lista che rimane l’AlK Solna. Primo a punteggio pieno è il Dnipro che sfiderà proprio i partenopei, forte del tre a uno realizzato in casa. Al secondo posto c’è il PSV Eindhoven a quattro punti.

Gruppo G – Scende leggermente di livello e, a sette punti, c’è il Rc Genk che stacca di una sola lunghezza il Videoton. A due punti il Basilea e, con un solo pareggio, chiude il tutto lo Sporting Lisbona.

Gruppo H – C’è un primato a parimerito: il vertice è occupato dal Rubin Kazan che divide la vetta con l’Inter. Le due squadre tengono vivo un gruppo che si chiude con il Neftchi Baku ed il Partizan Belgrado entrambe ad un solo punto.

Gruppo I – C’è un altro punteggio pieno ed è quello dell’Olympique Lione che stacca di tre punti lo Sparta Praga. Nulla possono l’Hapoel e l’Atletico Bilbao che rimangono con un punto per uno. Immediatamente dopo c’è il girone dei biancocelesti che conosciamo particolarmente bene e risulta essere particolarmente avvincente.

Gruppo K – Il Bayern Leverkusen che, con sette punti, si trova a parimerito con il Kharkiv. A tre punti c’è il Rosenborg, mentre, rimane a secco il Rapid Vienna in netto calo. La squadra austriaca è l’unica a non aver guadagnato neanche un punto in questa fase a gironi.
A chiudere questa lista di gruppi c’è la lettera L: l’Hannover 96 è primo con i suoi sette punti che lo portano ad una sola lunghezza dal Levante. Seguono Twente a due punti ed Helsingborgs ad uno

Francesca Cuccuini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy